News

News

Manutenzione dei muri perimetrali: la comproprietà implica la ripartizione delle spese secondo i millesimi

06 Giugno 2018 | di Redazione scientifica

Cass. civ. s

Spese (criteri generali di ripartizione)

Le spese necessarie al ripristino della fruibilità della facciata condominiale, e al risarcimento del danno cagionato al singolo condomino, si ripartiscono in base ai millesimi di proprietà

Leggi dopo

Risponde il proprietario dell’incendio cagionato dal cattivo uso della canna fumaria

01 Giugno 2018 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Canne fumarie e sfiatatoi

Al condomino non spetta alcun diritto al rimborso per le spese sostenute per la conservazione della cosa comune ai sensi dell’art. 1134 c.c., ove l’esigenza eseguire opere di riparazione trovi la sua causa in una specifica condotta illecita a lui attribuibile e, le opere così eseguite abbiano dato luogo ad una forma di risarcimento in forma specifica.

Leggi dopo

Ammanchi di cassa: a risponderne è l’amministratore di condominio

31 Maggio 2018 | di Redazione scientifica

Cass. pen

Cass. pen, sez. II, 7 maggio 2018, n. 19729.pdf

Responsabilità penale dell’amministratore

Configura il reato di appropriazione indebita la condotta dell’amministratore che, nell’esercizio delle sue funzioni e ai danni dei condomini, sottragga somme di denaro confluenti nel conto corrente condominiale

Leggi dopo

Errore nel riparto delle spese di riscaldamento, le chance del condomino

24 Maggio 2018 | di Redazione scientifica

Cass. civ., sez. II, 10 maggio 2018, n. 11289

Spese (criteri generali di ripartizione)

In materia di ripartizione delle spese condominiali, le delibere sono nulle se l’assemblea esulando dalle proprie attribuzioni, modifica i criteri di riparto stabiliti dalla legge o in via convenzionale da tutti i condomini, mentre sono annullabili nel caso in cui tali criteri vengano disattesi o violati.

Leggi dopo

Schiamazzi e rumori intollerabili: quando è configurabile disturbo alla quiete pubblica?

23 Maggio 2018 | di Redazione scientifica

Cass. pen., sez. III, 2 maggio 2018, n. 18521.pdf

Immissioni

Ai fini della configurabilità della reato di cui all’art. 659 c.p. (“Disturbo delle occupazioni o del riposo delle persone”) non sono necessarie né la vastità dell’area interessata dalle immissioni sonore, né il disturbo di un numero rilevante di persone, essendo sufficiente che il fastidio venga arrecato a un gruppo di un numero indeterminato di persone e non solo a un singolo, anche se raccolte in un ambito ristretto, come, ad esempio, in un condominio.

Leggi dopo

Riconfermata per il terzo anno consecutivo la Campagna d’informazione: Casa conviene

18 Maggio 2018 | di Redazione scientifica

Casa conviene 2018.pdf

Casa conviene 2018.pdf

Abitazione e uso

Al via la terza campagna d’informazione del Mef il cui obiettivo è quello di informare in maniera esaustiva il pubblico di proprietari, inquilini e imprese circa i vantaggi derivanti dalle agevolazioni fiscali per gli interventi edilizi oltre che le misure a favore dei lavoratori con difficoltà nell’accesso al mutuo o nel pagamento delle rate.

Leggi dopo

Nonostante il Glossario di Edilizia Libera, per l'installazione di una pergotenda non c'è certezza ed è necessario valutare caso per caso

17 Maggio 2018 | di Redazione scientifica

Consiglio Stato, sez. VI, 07 maggio 2018, n. 2715

Manutenzione (ordinaria e straordinaria)

Non è possibile affermare in assoluto che l’installazione della pergotenda richieda o meno il permesso di costruire, è l’amministrazione che deve nel caso di specie verificare con certezza come il manufatto è stato realizzato.

Leggi dopo

Convocazione assembleare: è sufficiente lasciare l’avviso nella buca postale?

11 Maggio 2018 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Avviso di convocazione

È legittimo l’avviso di convocazione assembleare immesso nelle cassette postali seguendo una prassi ormai consolidata degli amministratori di condominio, purché trattasi di fattispecie antecedente alla riforma condominiale.

Leggi dopo

Furto aggravato per il condomino che si allacci abusivamente alla rete idrica pubblica

08 Maggio 2018 | di Redazione scientifica

Cass. pen.

Impianto idrico e fognario

Ricorre l’aggravate ex art. 625, n. 7, c.p., nel caso in cui la sottrazione dell’acqua da parte del condomino sia avvenuta mediante allacciamento abusivo e diretto alla rete idrica, a prescindere dal danno alla fornitura d’acqua causato ad altri utenti.

Leggi dopo

Cosap dovuta dal condominio che occupi abusivamente spazi pubblici

08 Maggio 2018 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Suolo e sottosuolo

Il condominio è tenuto al pagamento del canone per l’occupazione di spazi e aree pubbliche (c.d. COSAP) non in base alla limitazione o sottrazione all’uso normale o pubblico dell’area, ma in relazione all’uso particolare o eccezionale dell’area medesima.

Leggi dopo

Pagine