News

News su Spese (criteri generali di ripartizione)

Paga le spese straordinarie chi era condomino al momento della delibera assembleare

03 Maggio 2021 | di Edoardo Valentino

Cass. civ.

Spese (criteri generali di ripartizione)

In caso di spese condominiali di carattere straordinario il Condominio è legittimato ad agire sia verso il condomino che era proprietario al momento della delibera assembleare che aveva deciso l’esecuzione dei lavori, sia verso il soggetto che ha acquistato l’immobile dal primo, ed è quindi responsabile per le somme dovute per l’anno in corso e per l’anno precedente. Nei rapporti interni tra i due debitori, invece, salvo patto contrario, a sostenere le spese sarà il soggetto proprietario al momento della delibera assembleare.

Leggi dopo

Sostituzione della copertura in amianto di un capannone di proprietà esclusiva inserito in un condominio orizzontale: chi paga?

27 Aprile 2021 | di Maurizio Tarantino

Cass. civ.

Spese (criteri generali di ripartizione)

La comproprietà di una o più cose, non incluse tra quelle elencate nell’art. 1117 c.c., quale, nella specie, un tetto avente funzione di copertura di una sola delle unità immobiliari comprese in un condominio orizzontale, può essere attribuita a tutti i condomini quale effetto dell’acquisto individuale operato con i rispettivi atti di una quota di tale bene, oppure in forza di un contratto costitutivo di comunione, ai sensi degli artt. 1350 n. 3 e 2643 n. 3, c.c., recante l’inequivoca manifestazione del consenso unanime dei condomini, espressa nella forma scritta essenziale, alla nuova situazione di contitolarità degli immobili individuati nella loro consistenza e localizzazione.

Leggi dopo

Indipendenza delle vicende debitorie dell’ente condominiale verso i suoi appaltatori e del condomino moroso verso il Condominio

01 Aprile 2021 | di Maurizio Tarantino

Cass. civ.

Spese (criteri generali di ripartizione)

L'obbligo del singolo di pagare al Condominio le spese dovute e le vicende debitorie del Condominio verso i suoi appaltatori rimangono del tutto indipendenti. Appare dunque evidente la diversità dell'azione diretta alla riscossione dei contributi condominiali nei confronti dei partecipanti, rientrante nella legittimazione dell'amministratore, rispetto all'azione per il pagamento del corrispettivo contrattuale esercitata dal terzo creditore verso il singolo condomino sul presupposto della riferibilità diretta dei debiti condominiali ai singoli membri del gruppo.

Leggi dopo

Modalità di addebito al condomino delle spese fatturate dall'amministratore per chiarimenti e invio della relativa corrispondenza

21 Maggio 2019 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Spese (criteri generali di ripartizione)

Il contributo alla spesa per un servizio comune, che può essere fruito in misura diversa dai singoli condomini, deve essere ripartito in proporzione all’utilizzo di esso e non ai millesimi.

Leggi dopo

Il riparto delle spese per le pensiline a protezione della facciata

08 Marzo 2019 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Spese (criteri generali di ripartizione)

In mancanza di una convenzione, ove vi sia contrasto circa la relativa ripartizione, deve escludersi che l’assemblea possa diversamente suddividere la spesa.

Leggi dopo

Manutenzione dei muri perimetrali: la comproprietà implica la ripartizione delle spese secondo i millesimi

06 Giugno 2018 | di Redazione scientifica

Cass. civ. s

Spese (criteri generali di ripartizione)

Le spese necessarie al ripristino della fruibilità della facciata condominiale, e al risarcimento del danno cagionato al singolo condomino, si ripartiscono in base ai millesimi di proprietà

Leggi dopo

Errore nel riparto delle spese di riscaldamento, le chance del condomino

24 Maggio 2018 | di Redazione scientifica

Cass. civ., sez. II, 10 maggio 2018, n. 11289

Spese (criteri generali di ripartizione)

In materia di ripartizione delle spese condominiali, le delibere sono nulle se l’assemblea esulando dalle proprie attribuzioni, modifica i criteri di riparto stabiliti dalla legge o in via convenzionale da tutti i condomini, mentre sono annullabili nel caso in cui tali criteri vengano disattesi o violati.

Leggi dopo

Il singolo condomino contrapposto in giudizio al proprio Condominio non concorre al pagamento delle spese legali

02 Marzo 2018 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Spese (criteri generali di ripartizione)

È invalida la deliberazione dell'assemblea che, all'esito di un giudizio che abbia visto contrapposti il Condominio ed un singolo condomino, disponga anche a carico di quest'ultimo, "pro quota", il pagamento delle spese sostenute dallo stesso Condominio per il compenso del difensore nominato in tale processo

Leggi dopo

Limiti nel giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo per il riparto dei contributi condominiali

28 Febbraio 2018 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Spese (criteri generali di ripartizione)

Nel giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo, relativo al pagamento delle spese condominiali, il condomino non può far valere questioni attinenti alla validità della delibera di ripartizione, né tanto meno questioni relative al rapporto di condominialità.

Leggi dopo

Modifiche al criterio di ripartizione delle spese condominiali: necessaria l’unanimità

12 Febbraio 2018 | di Redazione scientifica

Cass. civ., sez. II, 31 gennaio 2018, n. 2415

Spese (criteri generali di ripartizione)

La delibera assembleare che modifichi i criteri legali o regolamentari di riparto delle spese per la gestione dei servizi comuni, è nulla se non adottata con il consenso di tutti i condomini.

Leggi dopo

Pagine