News

News

È abuso di diritto la richiesta repentina del locatore di tutti i canoni di locazione non richiesti da sette anni

22 Giugno 2021 | di Maurizio Tarantino

Cass. civ.

Morosità (inadempimento)

In un contratto di locazione ad uso abitativo costituisce esercizio abusivo del diritto la improvvisa richiesta del locatore di integrale pagamento del canone dopo un lungo periodo di morosità. Difatti, in tal caso, l'assoluta inerzia del locatore nell'escutere il conduttore per ottenerne il pagamento del corrispettivo sino ad allora maturato, protrattasi per un periodo di tempo assai considerevole, può ingenerare nel conduttore un affidamento nella remissione del diritto di credito da parte del locatore per facta concludentia.

Leggi dopo

Valido il comodato registrato in data successiva alla risoluzione

17 Giugno 2021 | di Redazione scientifica

Comodato

Riprende quindi vigore la richiesta di restituzione dell’immobile da parte dell’uomo che l’ha concesso in comodato alla moglie, al genero e ai nipoti.

Leggi dopo

Condominio e contitolarità delle aree pertinenziali

15 Giugno 2021 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Parti comuni (presunzione e titolo contrario)

Il giudicato esterno formatosi a seguito di una sentenza della Corte di Cassazione è rilevabile anche d’ufficio, non solo quando emerga dagli atti prodotti nei giudizi di merito, ma anche nel caso in cui si sia formato successivamente alla pronuncia della sentenza impugnata, senza che possa qualificarsi come inammissibile l’eccezione o la produzione della sentenza divenuta irrevocabile.

Leggi dopo

Superbonus e valutazione che l’edificio sia residenziale nella sua interezza

14 Giugno 2021 | di Redazione scientifica

Recupero edilizio

In merito al Superbonus, anche in relazione agli edifici posseduti da un unico proprietario, va verificato che l'edificio oggetto degli interventi sia residenziale nella sua interezza. Pertanto, è possibile fruire del Superbonus solo qualora la superficie complessiva delle unità immobiliari destinate a residenza ricomprese nell'edificio sia superiore al 50%. Resta esclusa la possibilità di beneficiare del Superbonus per le spese relative a interventi "trainati" realizzati sulle singole unità non residenziali.

Leggi dopo

DL Sostegni-bis: agevolazioni acquisto della prima casa per gli under 36

11 Giugno 2021 | di Lorenzo Meroni

d.l.

Recupero edilizio

A seguito dell'approvazione del Decreto Sostegni Bis, pubblicato nella GU del 25 maggio 2021 e quindi in vigore dal26 maggio 2021, sono previste importanti agevolazioni per l'acquisto della casa di abitazione per i giovani under 36. Le disposizioni attese, valide per tutti gli atti stipulati nel periodo compreso tra la data di entrata in vigore del Decreto e il 30 giugno 2022, riguardano prevalentemente l'esonero delle imposte indirette sull'acquisto di immobili, l'attribuzione di un credito d'imposta pari all'IVA corrisposta e ulteriori esenzioni delle imposte sostitutive sui finanziamenti erogati per l'acquisto.

Leggi dopo

Diritto di proprietà: l’azione per ottenere il rispetto delle distanze legali è imprescrittibile

07 Giugno 2021 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Distanze legali

I poteri inerenti al diritto di proprietà, tra i quali rientra quello di esigere il rispetto delle distanze, non si estinguono per il decorso del tempo, salvi gli effetti dell’usucapione del diritto a mantenere la costruzione a distanza inferiore a quella legale. L’azione per ottenere il rispetto delle distanze legali è quindi imprescrittibile, trattandosi di azione reale modellata sullo schema dell’”actio negatoria servitutis”, rivolta non ad accertare il diritto di proprietà dell’attore, bensì a respingere l’imposizione di limitazioni a carico della proprietà suscettibili di dar luogo a servitù.

Leggi dopo

La nuova canna fumaria va demolita se pericolosa e in violazione delle distanze

07 Giugno 2021 | di Maurizio Tarantino

Cass. civ.

Distanze legali

La ratio dell'art. 890 c.c. è quella di evitare che fumi nocivi ed intollerabili emessi dalle canne fumarie invadano le abitazioni e, trattandosi di tetti che coprono il medesimo fabbricato ad altezza diversa, tale scopo può essere raggiunto avendo come riferimento, per il calcolo delle distanze, il c.d. "colmo del tetto", cioè la parte più alta dell'intero fabbricato e non già il tetto di copertura della porzione più bassa del medesimo fabbricato.

Leggi dopo

Anche i lavoratori autonomi hanno diritto ai canoni di locazione ribassati di edilizia residenziale pubblica

01 Giugno 2021 | di Redazione scientifica

Corte cost.

Edilizia residenziale pubblica

La Corte costituzionale ha sancito la natura discriminatoria dell’esclusione dei lavoratori autonomi dai canoni di locazione più bassi per gli alloggi di edilizia residenziale pubblica previsti per i nuclei familiari meno abbienti.

Leggi dopo

L’affitto per finalità turistiche di breve durata viola il regolamento condominiale?

24 Maggio 2021 | di Redazione scientifica

App. Milano

Regolamento di condominio (limiti)

Secondo l’art. 51, d.l. n. 79/2011, le locazioni di breve durata stipulate da alcuni condomini sono riconducibili a quelle per finalità turistiche per brevi periodi non superiori a 30 giorni. Ne consegue che esse non si distinguano dunque dalle ordinarie locazioni, connotandosi solo per la loro durata transitoria.

Leggi dopo

Servitù di passaggio, opposizione al precetto e giudizio possessorio

21 Maggio 2021 | di Redazione scientifica

Servitù (costituzione e contenuto)

«Poiché l’interdetto possessorio, a differenza della sentenza di condanna resa all’esito della successiva fase di merito, non è mai suscettibile di esecuzione, ma soltanto di attuazione ai sensi dell’art. 669 duodecies, richiamato dal capoverso dell’art. 703 c.p.c., sono inammissibili sia l’attività del beneficiario volta a porlo in attuazione nelle forme previste per l’esecuzione e consistente nell’intimazione di un precetto non previsto dalla legge o dal giudice, sia il dispiegamento di contestazioni mediante opposizione a quest’ultimo, l’una e l’altra in violazione della competenza funzionale ed inderogabile del giudice che ha emanato il detto provvedimento possessorio, a questi dovendo rivolgersi il destinatario della notifica di quell’inammissibile precetto per contestare il diritto di conseguire l’attuazione del provvedimento interdittale».

Leggi dopo

Pagine