Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

La responsabilità del condominio e dell'utente per il “sobbalzo” dell'ascensore

22 Febbraio 2021 | di Vito Amendolagine

Trib. Latina

Responsabilità per parti comuni in custodia

La fattispecie decisa dal Tribunale di Latina riguarda un'interessante quaestio juris concernente l'acclarata responsabilità del condominio ex art. 2051 c.c. per le lesioni causate dal difettoso funzionamento dell'ascensore ad un'utente caduto al suo interno durante lo spostamento da un piano all'altro, il quale, si vede ridurre drasticamente l'ammontare del risarcimento accordatogli dal giudice per la sua concorrente responsabilità accertata ex art. 1227 c.c., consistente nella mancata adozione della necessaria prudenza correlata alla fragilità del proprio stato fisico in occasione della produzione dell'evento.

Leggi dopo

Criteri di riparto per le spese di manutenzione del tetto di copertura di una sola parte dell'edificio

18 Febbraio 2021 | di Maurizio Tarantino

Trib. Roma

Tetto

Chiamato ad accertare la legittimità della delibera, nella parte in cui l'assemblea addebitava agli appellanti le spese di manutenzione del tetto di copertura di altra zona dell'edificio, il Tribunale adìto ha precisato che la delibera era invalida in quanto l'unità immobiliare dei condomini non era sottostante alla parte di tetto interessata dai lavori. Difatti, in caso di manutenzione di un tetto, le spese devono essere ripartite tra i soli condomini proprietari di unità immobiliari ubicate nella parte di edificio cui il tetto serve. Di conseguenza, la delibera è stata annullata.

Leggi dopo

Un corso d'acqua pubblico, ancora attivo nel sottosuolo, è parificabile alla “via pubblica” ai fini del rispetto delle distanze legali

17 Febbraio 2021 | di Adriana Nicoletti

App. Brescia

Distanze legali

La Corte di Cassazione ha ribadito, indirettamente, la nozione di condominio parziale rispetto ad un'entità che, pur se inserita in un contesto condominiale, sia indipendente ed autosufficiente rispetto alle strutture che compongono il condominio. La questione di merito, concernente l'applicabilità o meno dell'esonero sancito dalla norma che disciplina l'apertura vedute dirette e balconi sul fondo finitimo, rappresenta un ulteriore caso concreto che arricchisce la casistica che definisce i confini della nozione di “via pubblica”.

Leggi dopo

Ripartizione dei danni cagionati all'appartamento sottostante per le infiltrazioni d'acqua provenienti dalla terrazza a livello

16 Febbraio 2021 | di Giuseppe Bordolli

Trib. Salerno

Lastrico solare

La disposizione dettata dall'art. 1126 c.c. esplicitamente contempla soltanto i “lastrici solari”, ma nell'espressione si comprendono anche le “terrazze a livello” che, anche se di proprietà o in godimento esclusivo di un singolo condomino, oltre a costituire estensione ed integrazione degli appartamenti cui sono annessi in via di complemento, assolvono strutturalmente, nei confronti delle unità immobiliari sottostanti, alla stessa funzione meramente sussidiaria di copertura rivestita dai lastrici solari posti alla sommità dell'edificio, funzione invece che non si riscontra nei balconi aggettanti che non coprono i piani sottostanti.

Leggi dopo

La proroga della sospensione delle procedure esecutive sulla “prima casa” è incostituzionale?

11 Febbraio 2021 | di Vito Amendolagine

Trib. Rovigo

Esecuzione per rilascio

La nota muove dalle considerazioni espresse dal Tribunale di Rovigo nel ritenere non manifestamente infondata la questione di legittimità costituzionale dell'art. 54 ter del d.l. n.18/2020, così come recentemente novellato, riguardante la proroga della sospensione ex lege delle esecuzioni immobiliari aventi ad oggetto il pignoramento dell'abitazione principale del debitore, per contrasto con gli artt. 3, 24, 41, 42, 47, 111 e 117 Cost., traducendosi in un'irragionevole e sbilanciata tutela di una delle parti in causa per un tempo non adeguatamente determinato ed in assenza di contropartite per alleviare il pregiudizio arrecato al creditore procedente, sotto tale aspetto, risultando evidente il parallelismo con l'analoga misura normativa riguardante la proroga delle sospensioni delle esecuzioni dei provvedimenti di rilascio per morosità.

Leggi dopo

Furto aggravato di beni condominiali esposti a pubblica fede e nozione di privata dimora

09 Febbraio 2021 | di Maria Beatrice Magro

Cass. pen.

Responsabilità penale dei condomini

La Corte di Cassazione qualifica come furto in abitazione, ai sensi dell'art. 624-bis c.p., il furto avente ad oggetto di beni condominiali - nella specie, due portoni di ingresso di edifici condominiali - sebbene la condotta di sottrazione e impossessamento si sia svolta all'esterno del condominio, senza mai accedervi, e quindi, sebbene non vi sia stata alcuna “introduzione” in una “privata dimora”, né nelle sue “pertinenze”, posto che i portoni di ingresso erano accessibili da pubblica via. In proposito, la Suprema Corte specifica che, ai fini della qualificazione del reato di furto in abitazione, assume rilevanza sia il luogo in cui si realizza la condotta, ma anche e soprattutto la natura e la funzione che la res esplica, in ragione del carattere di indispensabile strumentalità rispetto le esigenze della vita domestica e familiare. I portoni condominiali, anche se accessibili dalla pubblica via, erano indiscutibilmente a servizio del condominio, ovvero ad aree pertinenziali che, pur non essendo direttamente destinate all'abitazione, fanno parte integrate del luogo abitato e sono strumentali al suo privato godimento.

Leggi dopo

Il calcolo della maggioranza in assemblea: per teste, per quote … e per buon senso!

08 Febbraio 2021 | di Gian Andrea Chiesi

Cass. civ.

Assemblea (quorum costitutivi e deliberativi)

Il funzionamento dell'assemblea di condominio si regge sul principio maggioritario, individuando il legislatore teste e quote necessarie per la valida formazione della volontà dell'organo e, quindi, del condominio: il rispetto di tali maggioranze va, però, inteso in senso sostanziale non formale…

Leggi dopo

Costituisce danno “figurativo” l’occupazione illegittima dell’immobile da parte dell’ex coniuge

08 Febbraio 2021 | di Maurizio Tarantino

Trib. Reggio Emilia

Occupazione abusiva

Chiamato ad accertare la legittimità della richiesta dell’attrice del risarcimento del danno figurativo a causa dell’occupazione senza titolo dell’ex coniuge, il Tribunale adìto ha precisato che il godimento dell’immobile in forma esclusiva realizzava un fatto oggettivamente impeditivo ed ostativo al diritto dell’attrice di godere della propria metà di cui era proprietaria, tenuto conto che tale utilizzo esclusivo era avvenuto senza il suo consenso. Di conseguenza, l’ex coniuge convenuto è stato condannato al risarcimento del danno figurativo.

Leggi dopo

La Cassazione riesamina i criteri per la valutazione della morosità nelle locazioni non abitative

01 Febbraio 2021 | di Paolo Scalettaris

Cass. civ.

Morosità (inadempimento)

Con l'ordinanza in commento, la Corte di Cassazione definisce un giudizio che ha avuto inizio con la notificazione al conduttore di immobile destinato ad uso non abitativo di un atto di intimazione di sfratto per morosità, a seguito del quale il conduttore ha provveduto, prima dell'udienza di comparizione, al pagamento dei canoni in relazione ai quali era stato inti¬mato lo sfratto. Nell'esame del provvedimento, vengono prese in considerazione molte delle questioni che si pongono a proposito della fattispecie della risoluzione per grave inadempimento del contratto di locazione di immobile ad uso diverso dall'abitativo in relazione al mancato o ritardato pagamento dei canoni da parte del condut¬tore.

Leggi dopo

La natura giuridica del regolamento contrattuale di condominio: premesse sostanziali e risvolti processuali

29 Gennaio 2021 | di Gian Andrea Chiesi

Cass. civ.

Litisconsorzio

Il regolamento contrattuale di condominio ha natura di contratto atipico plurilaterale e conseguentemente impone il litisconsorzio necessario tra tutti i condomini allorché ne sia invocata - in via principale ed anche se limitatamente a singole clausole - la nullità.

Leggi dopo

Pagine