Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Valida l'assemblea anche se viene convocato il condomino apparente: un principio discutibile

22 Aprile 2021 | di Edoardo Valentino

Trib. Catania

Avviso di convocazione

Con l'ordinanza in commento, il Tribunale di Catania respinge l'impugnazione di una delibera da parte di due condomini sulla base dell'inconferenza della circostanza da loro sostenuta, ossia che il soggetto convocato dall'amministratore non fosse effettivamente condomino, ma solo usufruttuario e, quindi, condomino apparente.

Leggi dopo

Insidie tra l'impugnazione della delibera approvativa di una spesa condominiale e l'opposizione a decreto ingiuntivo per la riscossione degli oneri condominiali

19 Aprile 2021 | di Alberto Celeste

Cass. civ.

Vizi delle delibere assembleari (nullità/annullabilità)

Chiamate a perimetrare l'estensione del thema decidendum del giudizio di opposizione al decreto ingiuntivo emesso per la riscossione degli oneri condominiali, le Sezioni Unite - con una decisione, per un verso, innovativa sul piano processuale e, per altro verso, confermativa del discrimen tradizionale tra nullità e annullabilità della delibera assembleare viziata in tema di ripartizione delle spese - hanno stabilito che, in tale giudizio, purchè a determinate condizioni (quanto a modalità e termini), il giudice possa sindacare la validità di tale delibera, su cui è fondata l'ingiunzione di pagamento, non essendo tale sindacato riservato ad apposito giudizio avente specificamente ad oggetto l'impugnazione in via immediata della delibera medesima.

Leggi dopo

L'assemblea di condominio è regolarmente convocata quando l'avviso di convocazione viene inviato in un termine congruo

15 Aprile 2021 | di Luca Malfanti Colombo

Trib. Brescia

Avviso di convocazione

La fattispecie sottoposta all'esame del giudice di merito lombardo aveva per oggetto la verifica della validità di una delibera condominiale, relativa alla definizione delle modalità d'uso di beni comuni dello stabile, che era stata assunta nonostante l'avviso di convocazione della relativa assemblea non fosse pervenuto a tutti i condomini nel rispetto dei termini temporali all'uopo fissati dall'art. 66 disp. att. c.c.

Leggi dopo

All'amministratore revocato dall'assemblea prima del termine annuale spetta il risarcimento del danno: la Cassazione definisce la “giusta causa”

13 Aprile 2021 | di Adriana Nicoletti

Cass. civ.

Amministratore (revoca assembleare)

E' pacifico che, con la riforma della normativa condominiale, l'amministratore è stato definitivamente paragonato al mandatario, con l'applicazione, in àmbito condominiale, di tutte le norme che disciplinano l'istituto del mandato. Resta, tuttavia, sempre aperta la questione se l'amministratore, il cui incarico per legge è annuale e prorogabile di un ulteriore anno, revocato dall'assemblea prima della scadenza contrattuale, abbia diritto, oltre al saldo del proprio compenso ed al recupero di eventuali crediti vantati nei confronti del condominio - sempre se accertati - anche al risarcimento dei danni subiti per la perdita dell'incarico. La Corte di Cassazione, con un provvedimento innovativo, ci spiega come individuare la “giusta causa” che legittima l'assemblea a revocare anticipatamente l'amministratore evitando di dover risarcire il proprio rappresentante.

Leggi dopo

Il condomino non può pretendere che il condominio compia interventi utili a rendere allo stesso un uso migliore delle parti comuni

12 Aprile 2021 | di Edoardo Valentino

Trib. Brescia

Innovazioni ordinarie e agevolate

Il Tribunale di Brescia rigetta un ricorso d'urgenza depositato ai sensi dell'articolo 700 c.p.c. da una condomina portatrice di handicap. Con la propria domanda giudiziale, detta proprietaria domandava al giudice di ordinare al condominio l'immediata esecuzione di alcuni lavori edili nelle parti comuni volti a consentirle un migliore utilizzo dei servizi condominiali. La ragione del rigetto del Tribunale è da ricercarsi sia nell'impossibilità per il Tribunale di ordinare un facere al condominio, sia al non corretta applicazione dei principi di diritto condominiale in merito alle innovazioni nel ricorso della condomina.

Leggi dopo

È possibile la revoca dell'amministratore durante la prorogatio

09 Aprile 2021 | di Maurizio Tarantino

App. Roma

Amministratore (revoca giudiziale)

Chiamata a valutare il provvedimento di revoca dell'amministratore, la Corte d'Appello di Roma, in modo difforme dall'orientamento prevalente espresso dalla magistratura di merito, ha precisato che, sia pure in prorogatio, l'amministratore è tenuto a svolgere i propri compiti e all'osservanza dei propri doveri, e deve pur sempre essere consentito un controllo giudiziale circa la sua attività. Per tali motivi, è stata confermata la decisione del Tribunale sulla revoca dell'amministratore e, per l'effetto, è stato rigettato il reclamo dell'amministratore in merito all'impossibilità della revoca durante il periodo di prorogatio.

Leggi dopo

Approvazione di più rendiconti in una sola assemblea e validità della relativa delibera

06 Aprile 2021 | di Adriana Nicoletti

App. Lecce

Rendiconto condominiale

Malgrado, con la riforma della normativa condominiale del 2013, il legislatore abbia stabilito che l'amministratore debba convocare l'assemblea per approvare il rendiconto annuale entro un determinato lasso di tempo, ancora oggi si verificano inadempienze del rappresentante condominiale che, per propria inerzia, accumula ritardi nello svolgimento delle sue attribuzioni. La decisione in commento chiarisce se tale comportamento abbia effetti sulla validità della relativa delibera, oppure se l'inadempimento si rifletta solo sulla gravità dell'operato dell'amministratore quale motivo ai fini della sua revoca giudiziale.

Leggi dopo

Complessi turistici e negozi collegati tra contratti di retro-vendita, spin-off immobiliare e divieto di patto commissorio

02 Aprile 2021 | di Alberto Celeste

Cass. civ.

Leasing immobiliare

Il Supremo Collegio ha ravvisato nei tre contratti - di compravendita, retrovendita e locazione - stipulati tra le parti ed aventi per oggetto complessi immobiliari turistici, un'unica operazione commerciale diretta, in realtà, a far conseguire ad una parte contrattuale la proprietà dei cespiti ad un prezzo significativamente inferiore al loro effettivo valore, con ciò violando il divieto di patto commissorio contemplato nell'art. 2744 c.c.

Leggi dopo

L'impugnazione della delibera condominiale tra giurisdizione privata e pubblica

26 Marzo 2021 | di Vito Amendolagine

Cass. civ.

Arbitrato e clausola compromissoria (condominio)

Non esiste una riserva di competenza esclusiva a favore del giudice civile concernente l'impugnativa delle delibere condominiali, che, non rientrando in alcuno dei divieti sanciti dagli artt. 806 e 808 c.p.c., possono quindi essere anche devolute alla giurisdizione privata arbitrale - irrituale o rituale -.

Leggi dopo

Non è valido il divieto di sopraelevazione se non è previsto nel regolamento trascritto o menzionato nel titolo di acquisto

25 Marzo 2021 | di Edoardo Valentino

Trib. Catania

Sopraelevazione (limiti)

Nel caso di specie, i condomini dell’ultimo piano avevano installato una pergotenda, e un altro condomino aveva agito giudizialmente contestando detta istallazione sulla base di un divieto di sopraelevazione asseritamente previsto dal contratto di compravendita immobiliare che avevano sottoscritto le controparti.

Leggi dopo

Pagine