Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata su Morosità (inadempimento)

Locazione e Covid 19: la ripartizione del rischio tra le parti del rapporto

04 Maggio 2021 | di Ladislao Kowalski

Trib. Firenze

Morosità (inadempimento)

Si discute, ancorché in sede sommaria di richiesta dell'ordinanza di rilascio dell'immobile a seguito dell'opposizione allo sfratto per morosità, dell'incidenza che l'emergenza sanitaria da Covid-19 avrebbe rispetto al provvedimento richiesto. L'ordinanza provvisoria di rilascio ex art. 665 c.p.c. viene negata, considerando le disposizioni di cui agli artt. 1175, 1375, 1374, 1218, 1223 e 1623 c.c. e la notorietà degli eventi di fatto incidenti sulla locazione. Ciò in relazione ad un rapporto di locazione per uso diverso.

Leggi dopo

Sospensione del pagamento del canone e corretta perimetrazione dell'eccezione di inadempimento

22 Aprile 2021 | di Alberto Celeste

Cass. civ.

Morosità (inadempimento)

Riguardo alle condizioni che legittimano il conduttore a sospendere, in tutto o in parte, il pagamento del canone, il Supremo Collegio - dovendo valutare, in una causa di sfratto per morosità intimato dal locatore, la fondatezza dell'eccezione di inadempimento sollevata dal conduttore - ha oramai abbandonato l'orientamento più rigoroso che riteneva legittima la sospensione, anche parziale, della prestazione gravante sul conduttore soltanto quando venisse completamente a mancare la prestazione della controparte, cassando la sentenza di merito, la quale aveva ritenuto illegittima la sospensione del pagamento dei canoni, a fronte dell'impossibilità di utilizzare tutte le parti dell'immobile all'uso convenuto (nella specie, attività commerciale) per irregolarità urbanistico-amministrative, assenza di mutamento di destinazione d'uso e di agibilità.

Leggi dopo

La Cassazione riesamina i criteri per la valutazione della morosità nelle locazioni non abitative

01 Febbraio 2021 | di Paolo Scalettaris

Cass. civ.

Morosità (inadempimento)

Con l'ordinanza in commento, la Corte di Cassazione definisce un giudizio che ha avuto inizio con la notificazione al conduttore di immobile destinato ad uso non abitativo di un atto di intimazione di sfratto per morosità, a seguito del quale il conduttore ha provveduto, prima dell'udienza di comparizione, al pagamento dei canoni in relazione ai quali era stato inti¬mato lo sfratto. Nell'esame del provvedimento, vengono prese in considerazione molte delle questioni che si pongono a proposito della fattispecie della risoluzione per grave inadempimento del contratto di locazione di immobile ad uso diverso dall'abitativo in relazione al mancato o ritardato pagamento dei canoni da parte del condut¬tore.

Leggi dopo

Locazione ad uso diverso: parziale versamento del canone e risoluzione per inadempimento del contratto

10 Luglio 2020 | di Nicola Frivoli

Trib. Trani

Morosità (inadempimento)

Il giudicante è stato chiamato ad accertare e dichiarare la risoluzione per grave inadempimento del conduttore in un contratto di locazione ad uso diverso, in applicazione del combinato disposto degli artt. 1453 e 1455 c.c., alla luce dei pagamenti parziali da parte dell'obbligato, che non hanno impedito lo scioglimento del rapporto locatizio, considerando non di scarsa rilevanza l'inadempimento.

Leggi dopo

Il conduttore è tenuto a provare la risoluzione per inadempimento del contratto di locazione ad uso diverso

18 Settembre 2018 | di Nicola Frivoli

Trib. Parma

Morosità (inadempimento)

Il giudicante è stato chiamato ad accertare e dichiarare la risoluzione per grave inadempimento del conduttore in un contratto di locazione ad uso diverso, in applicazione del combinato disposto degli artt. 1453 e 1455 c.c., alla luce dei...

Leggi dopo

Risoluzione per inadempimento del contratto di locazione ad uso abitativo per mancato versamento del canone non sussistendo l’inidoneità dell’immobile

06 Marzo 2018 | di Nicola Frivoli

Trib. Bologna

Morosità (inadempimento)

La questione riguarda la possibilità di dichiarare la risoluzione per grave inadempimento del conduttore in un contratto di locazione ad uso abitativo (in applicazione del combinato disposto degli artt. 1453 e 1455 c.c.) alla luce dei...

Leggi dopo

Risoluzione per inadempimento del contratto di locazione ad uso diverso per reiterati ritardi nel versamento del canone

05 Dicembre 2017 | di Nicola Frivoli

Trib. Milano

Morosità (inadempimento)

Il giudicante è stato chiamato ad accertare e dichiarare la risoluzione per grave inadempimento del conduttore in un contratto di locazione ad uso diverso, in applicazione del combinato disposto degli artt. 1453 e 1455 c.c., alla luce dei pagamenti ritardati da parte dell'obbligato, nonostante...

Leggi dopo

Applicabilità degli artt. 5 e 55 della l. n. 392/1978 anche ai contratti ad uso diverso dall'abitazione?

04 Dicembre 2017 | di Giorgio Grasselli

Cass. civ.

Morosità (inadempimento)

Negli anni l'orientamento giurisprudenziale in merito all'applicabilità dell'artt. 5 e 55 l. 392/1978 anche alle locazioni ad uso diverso dall'abitazione, non è stato sempre univoco, a dirimere i contrasti interviene la Cassazione a Sezioni Unite (Cass. civ., sez. un., 28 aprile 1999, n. 272) escludendo l'applicabilità dell'art. 55 della l. n. 392/78...

Leggi dopo