Focus

Focus

Locazioni in corso e pandemia: primi orientamenti giurisprudenziali tra disposizioni codicistiche, normativa d'emergenza e D.p.c.m.

25 Marzo 2022 | di Ladislao Kowalski

Canone (riduzione e autoriduzione)

L'emergenza sanitaria, a seguito della diffusione del covid-19 a partire da febbraio-marzo 2020, ha determinato un vero e proprio sconquasso dell'economia, con conseguenze che hanno interessato tutti i comparti delle attività. Uno degli aspetti di particolare rilievo ha riguardato i rapporti di locazione in corso relativi agli immobili adibiti alle attività economiche. Sull'argomento, la giurisprudenza, quantomeno nel primo momento e sulla base, soprattutto, di provvedimenti provvisori, si è espressa in maniera fortemente diversa. In questo articolo, esaminiamo proprio gli orientamenti che, sull'argomento, i vari provvedimenti hanno espresso.

Leggi dopo

Divieto di parcellizzazione dell'azione giudiziale e controversie per il pagamento delle spese condominiali

01 Marzo 2022 | di Paolo Scalettaris

Spese (obbligo di contribuzione)

Secondo l'indirizzo consolidato della Corte di Cassazione, la parcellizzazione della do¬manda giudiziale costituisce “abuso del processo” e comporta l'improponibilità delle domande. L'àmbito di applicazione del principio è ampio e si estende - a parere dei giudici di legittimità - all'ipotesi delle domande fondate su fatti costitutivi che, pur diversi, facciano parte di una relazione unitaria tra le parti. Il principio trova applicazione anche nel caso delle domande dirette al pagamento delle spese condominiali: nel testo che segue vengono prese in esame in tale prospettiva le fattispecie delle azioni promosse dall'amministratore del condominio nei confronti dei condòmini per il pagamento dei contributi.

Leggi dopo

Impugnativa delle delibere assembleari: ancora incertezze sulla ripartizione della competenza

18 Febbraio 2022 | di Adriana Nicoletti

Cause condominiali (competenza per valore)

Con una recente ordinanza, la Corte di Cassazione ha riaperto un tema che, in realtà, non si è mai chiuso e che riguarda la ripartizione della competenza tra il Giudice di Pace ed il Tribunale quando l'oggetto dell'impugnativa della delibera assembleare sia la contestazione, da parte del condomino, di una quota di spese comuni poste a suo carico dal provvedimento collegiale. La decisione dei giudici di legittimità va nel senso di prendere in considerazione l'intero deliberato di spesa, ma non tutti la pensano così

Leggi dopo

Locazione ad uso abitativo in periodo covid: strumenti normativi e soluzioni giurisprudenziali

13 Gennaio 2022 | di Maurizio Tarantino

Canone (riduzione e autoriduzione)

Le difficoltà di pagare i canoni di locazione, in questo periodo di crisi determinata dall'emergenza sanitaria, riguarda molti privati e professionisti che non hanno la liquidità necessaria per affrontare le spese fisse di questi mesi. Per evitare i problemi dovuti ai mancati pagamenti e ritardi, è nel comune interesse di proprietari e inquilini trovare un accordo per rendere la situazione meno gravosa. A questo proposito, il Governo ha predisposto per il 2021 un contributo a fondo perduto del 50% per i locatori che accettano di venire incontro alle esigenze dei conduttori. Nonostante ciò, in caso di disaccordo, restano i problemi dal punto di vista giurisprudenziale. Difatti, anche per le locazioni abitative, le norme emergenziali non giustificano l'esonero dall'obbligo di pagamento del canone, né il ritardato adempimento della prestazione.

Leggi dopo

Esaminata dalla corte costituzionale la proroga della sospensione dell’esecuzione degli sfratti

24 Dicembre 2021 | di Paolo Scalettaris

Esecuzione per rilascio

Con la sentenza n. 213 depositata l’11 novembre 2021, la Corte Costituzionale ha esaminato le questioni di costituzionalità delle norme che, nell’àmbito della disciplina emergenziale, hanno prorogato la sospensione dell’esecuzione dei provvedimenti di rilascio degli immobili. La sentenza - a conclusione di un lungo iter argomentativo - giunge a dichiarare in parte inammissibili ed in parte infondate le questioni di legittimità costituzionale sollevate in argomento dai Tribunali di Trieste e di Savona. Nella motivazione della sentenza viene fatto riferimento ripetutamente alla sentenza n. 128 del 22 giugno 2021, con la quale la stessa Corte aveva dichiarato l’incostituzionalità della norma che aveva sospeso le procedure esecutive immobiliari aventi ad oggetto la casa di abitazione del debitore. Ciò consente di porre a raffronto le due sentenze ed esaminarne gli elementi comuni e gli aspetti di divergenza.

Leggi dopo

Profili pratici dell'obbligo di riconsegna dei documenti condominiali da parte dell'amministratore cessato

13 Dicembre 2021 | di Paolo Scalettaris

Passaggio di consegne

Il tema del passaggio delle consegne nel condominio dà luogo spesso a problemi di carattere concreto di difficile soluzione. La Corte di Cassazione (con l'ordinanza 24 giugno 2021 n. 18185) ha affrontato il tema della riconsegna da parte dell'amministratore cessato dall'incarico della documentazione concernente il condominio. Nel testo che segue, considereremo, sulla scorta di quanto affermato dalla Corte con la pronuncia anzidetta, alcune delle questioni concrete che possono presentarsi in tema di passaggio delle consegne.

Leggi dopo

Locazioni ad uso commerciale e riduzione dei canoni durante la pandemia

30 Novembre 2021 | di Roberta Nardone

Durata locazione (uso non abitativo)

Già nei primi mesi della Pandemia i Tribunali sono stati investiti dal contenzioso tra i locatori, che hanno immediatamente reagito al mancato pagamento dei canoni di locazione, e i conduttori, che invocavano il fatto notorio dei limiti governativi imposti alla libertà di circolazione per contrastare il diffondersi del contagio da COVID-19 per giustificare l'inadempimento...

Leggi dopo

Frodi e superbonus: la stretta del governo sui bonus edilizi

21 Novembre 2021 | di Maurizio Tarantino

Recupero edilizio

Il c.d. Decreto Controlli si applica a tutte le situazioni in cui il contribuente decide di accedere ai meccanismi di cessione del credito e di sconto sul corrispettivo (ossia, sconto in fattura) previsti dall'art. 121 del d.l. n. 34/2020 (c.d. Decreto Rilancio), nonché nel caso in cui intenda accedere alla detrazione fiscale. Il legislatore ha, infatti, inteso estendere a tutti i benefici fiscali le medesime regole introdotte con il Superbonus in termini di controlli, verifiche e rispetto dei massimali di spesa.

Leggi dopo

Le responsabilità civili e penali degli eredi e chiamati all'eredità nei confronti del condominio

13 Ottobre 2021 | di Maurizio Tarantino

Spese (obbligo di contribuzione)

In tema di responsabilità civili e penali degli eredi e dei chiamati all’eredità nei confronti del condominio, giova ricordare che il presupposto degli obblighi previsti dalla legge è l'accettazione i cui effetti risalgono al momento dell'apertura della successione. Inoltre, il chiamato all'eredità, che non abbia ancora accettato, può peraltro esercitare gli atti conservativi e di amministrazione temporanea ed in ogni caso, quando non è nel possesso dei beni ereditari, il Tribunale può nominare un curatore speciale dell'eredità. Premesso ciò, l’amministratore che viene a conoscenza del decesso di un condomino, fino a quando gli eredi non manifestano tale loro qualità, non è tenuto ad inviare alcun avviso né al condomino, né agli eredi impersonalmente presso l’ultimo domicilio. Inoltre, in caso di omissione di lavori in costruzioni che minacciano rovina, sussiste l'obbligo giuridico alla conservazione dell'edificio anche a carico dei chiamati all'eredità, in funzione della loro relazione con il bene pericolante, sia pure in via provvisoria e salva diversa ripartizione degli oneri economici in sede civilistica.

Leggi dopo

Le azioni a tutela del credito condominiale

23 Settembre 2021 | di Nicola Frivoli

Riscossione dei contributi condominiali

L'amministratore di condominio ha, nei confronti dei partecipanti, una rappresentanza volontaria, talché i suoi poteri sono quelli di un comune mandatario, conferitigli come stabilito dall'art. 1131 c.c. Nell'ipotesi di condomini morosi, il medesimo, dopo la messa in mora, ha il potere di poter agire per il recupero con la richiesta dell'emissione di un decreto ingiuntivo all'Autorità giudiziaria competente ed espletare ogni susseguente azione esecutiva per provvedere a risanare la gestione condominiale.

Leggi dopo

Pagine