Bussola

Sicurezza degli impianti

,

Sommario

Inquadramento | L'àmbito di applicazione della nuova normativa | La serietà dell'impresa affidataria | Gli interventi specifici | La dichiarazione di conformità | Il vaglio dell'autorità competente | Gli obblighi del condominio-committente | L'apparato sanzionatorio | Le varie responsabilità in capo all'amministratore | Casistica | Guida all’approfondimento |

 

* aggiornamento della Bussola a cura di A. Celeste La l. 5 marzo 1990, n. 46 aveva affrontato compiutamente - forse per la prima volta in modo organico - la problematica relativa alla sicurezza degli impianti, avendo come obiettivo primario la tutela dell'ambiente in generale e, in particolare, la salvaguardia della salute nell'interesse dell'individuo e della collettività; beni, questi, che si possono ritenere garantiti solo se siano stati posti in atto adeguati sistemi di protezione a prevenzione dei potenziali danni derivanti dalla permanenza negli edifici di impianti pericolosi, realizzati fuori norma o, come spesso accade per l'incuria dei titolari, addirittura fatiscenti. La suddetta l. n. 46/1990 aveva, pertanto, rappresentato il risultato dello sforzo di mettere in campo uno strumento efficace per adeguare la normativa tecnica nazionale a quella dei paesi europei che, già negli anni '90, si erano preoccupati di costruire un impianto giuridico sovranazionale, istitutivo di un sistema di certificazione, che avrebbe interessato i produttori, i commercianti, gli utenti (pubblici e privati), i condomini, gli installatori. L'obiettivo che il Legislatore si era posto, quindi, si sviluppava secondo due direttrici: da un lato, dare vita a norme che conferissero ordine e regolam...

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento

Schede tecniche

Schede tecniche

Su Sicurezza degli impianti

01 Giugno 2022
La prevenzione incendi nel condominio
di Davide Vitali, Maurizio Tarantino

27 Maggio 2022
La sicurezza degli impianti
di Davide Vitali, Maurizio Tarantino

Vedi tutti »