Bussola

Locazione di immobili particolari

Sommario

Inquadramento | Le locazioni particolari | La ratio e il contenuto della norma | Le attività previste dall'art. 42 | Casistica |

 

L'art. 42 della l. n. 392/1978, rubricato “destinazioni degli immobili a particolari attività”, contempla una serie di locazioni di immobili con destinazione non abitativa caratterizzate dall'assenza di fini di lucro ed imprenditoriali, caratterizzate sia sotto il profilo delle attività (ricreative, assistenziali, culturali e scolastiche) e sia sotto quello dei soggetti conduttori (partiti, sindacati, Stato e altri enti pubblici territoriali). L'esigenza sentita dal legislatore è senza dubbio stata quella di estendere il più possibile l'applicazione del corpo di norme di cui al capo II specificatamente dedicato alle locazioni ad uso diverso dall'abitazione anche ad attività, appunto a quelle sopra elencate, che non potevano definirsi “industriali, commerciali e artigianali” oppure di lavoro autonomo svolto in maniera abituale e professionale. Si tratta di un terzo genere di contratti, oltre a quello abitativo e quello ad uso diverso, per il quali è stato ritenuto di dedicare una tutela più attenuata rispetto quella invece riservata ai primi due.      Il fondamento della norma si manifesta nell'esigenza costituzionale di tutelare le formazioni sociali, intese come momento di aggregazione sociale e come comunità educative che svolgono attività scolastiche. Può dirsi dunque che t...

Leggi dopo