Bussola

Esecuzione per rilascio

19 Febbraio 2018 |

Sommario

Inquadramento | Il titolo esecutivo | I titoli esecutivi a formazione privata | La formula esecutiva | Il precetto | Preavviso di sloggio | L'accesso | La (ri)fissazione del termine | I mobili reperiti nell'immobile | Le spese del procedimento | Conclusioni | Guida all'approfondimento |

 

L'esecuzione per il rilascio dei beni immobili è inerente, ovviamente, alla fine traumatica di un rapporto. Si determina, è banale dirlo, quando il detentore, a qualsiasi titolo, non intenda spontaneamente dar corso alla restituzione dell'abitazione, del negozio, ufficio, capannone ecc. a seguito di un titolo giudiziale che a ciò lo condanni. Nella pratica si tratta di una delle più tipiche azioni esecutive alle quali partecipa, con funzione principale, l'ufficiale giudiziario competente per la zona in cui l'immobile è ubicato. Gli utenti della giustizia, ovviamente, mal sopportano tale procedura non riuscendo a capire, il più delle volte, il motivo di un procedimento lungo, articolato e costoso. Il titolare del diritto alla restituzione, infatti, che frequentemente ha ottenuto il titolo relativo, anche in questo caso dopo un complesso lungo e costoso iter giudiziario, vorrebbe la immediata soddisfazione del proprio diritto. Dall'altra parte, al contrario e frequentemente, si opta per resistere ad oltranza al fine di poter godere il più a lungo possibile della disponibilità del bene. Ciò anche perché, spesso, ciò avviene in situazione di sostanziale gratuità. Si pensi agli sfratti per morosità ove, appunto, il conduttore, come detto, resiste il più a lungo possibile anche perc...

Leggi dopo

Le Bussole correlate >