Bussola

Azienda (affitto di)

Sommario

Inquadramento | La disciplina dell'affitto | Distinzione tra locazione ad uso commerciale ed affitto d'azienda | Casistica | Guida all'approfondimento |

 

Il contratto di affitto d'azienda è un contratto tipico, previsto dagli artt. 2561 e 2562 c.c., con il quale il proprietario di un'azienda trasferisce ad un terzo la utilizzazione (gestione) della stessa, mantenendone la proprietà. L'istituto, specie negli ultimi tempi, è frequentemente utilizzato, in quanto, oltre a consentire al concedente di ricevere un corrispettivo da parte di altro soggetto utilizzatore, si rivela particolarmente utile anche ad altre finalità. L'affitto d'azienda può essere utilizzato, ad esempio, allo scopo di agevolare il passaggio generazionale nella titolarità dell'azienda stessa, e quale strumento idoneo ad affrontare le crisi d'impresa e permettere soluzioni-ponte mantenendo la continuità aziendale, e ciò nella prospettiva di procedimenti concorsuali o di un possibile acquirente dell'intero complesso aziendale e a tale scopo l'articolo 3, comma 4, della legge  n. 223/1991 prevede un diritto di prelazione dell'affittuario all'acquisto dell'azienda nel caso in cui il concedente fosse stato assoggettato a determinate procedure concorsuali (liquidazione coatta amministrativa, di amministrazione straordinaria, di concordato preventivo con cessione dei beni, oltre che  nel caso di dichiarazione di fallimento). Pertanto concedere la gestione dietro corris...

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento

Le Bussole correlate >