Quesiti Operativi

Il degrado dell'immobile a fine locazione

 

In una locazione ad uso diverso destinata ad esposizione e vendita di mobili per arredamento ove si provveda ad un frequente spostamento di quanto lì esposto, con creazione di singoli corner, stand, spazi espositivi, intervenendo su pitture, illuminazione ecc., qualora a fine locazione si rilevino: danni al pavimento in piastrelle che risultano forate, rigate, scheggiate; impianti elettrici nuovi con canalizzazioni e corpi illuminanti; pareti forate e non ridipinte, si tratta, attesa la specifica destinazione del bene, di normale degrado e, pertanto non risarcibile, oppure di uso non conforme e, quindi, con l'obbligo del conduttore di risarcire il locatore e, eventualmente, entro che limiti?

Leggi dopo

Le Bussole correlate >