Quesiti Operativi

Disdetta del locatore e morosità degli oneri condominiali

 

Tizio ha locato un immobile nel 2009 con un contratto 4+4, alla prima scadenza è stato modificato con un 3+2 equo canone, all'ulteriore scadenza dei tre anni è stato modificato con un altro 3+2 ma con un canone di locazione inferiore. Ora siamo alla scadenza del primo triennio e vorrebbe fare disdetta. È corretto interpretare i tre contratti come un unicum per il quale non vi è mai stata novazione e quindi la disdetta non è vincolata ai gravi motivi o alle motivazioni ex art. 3 legge 431/98? Ed ancora, essendo il conduttore debitore per oneri condominiali del 2012 l'interpretazione di una mancata novazione può portare a uno sfratto per morosità?

Leggi dopo