News

Annullamento delibera per irregolare convocazione dell’assemblea, risponde l’amministratore dei danni?

La responsabilità professionale dell’amministratore di condominio. Un condominio conveniva in giudizio, dinanzi a questo Tribunale, l’ex amministratore condominiale chiedendo l’accertamento della responsabilità professionale di questi per irregolare convocazione dell’assemblea, la cui delibera era stata impugnata da due condomini, e di conseguenza la sua condanna al risarcimento dei danni subiti al termine del giudizio di impugnazione. L’assemblea aveva così approvato una nuova delibera e il condominio era stato condannato al pagamento delle spese di lite in favore dei condomini impugnanti. L’ex amministratore condominiale, dal canto suo, chiede il rigetto della domanda attorea sostenendo che l’annullamento della delibera assembleare a seguito della sua impugnazione non presuppone necessariamente un errore dell’amministratore ed inoltre di aver provveduto alla convocazione dell’assemblea tramite consegna dell’avviso presso l’ufficio del marito di uno dei due condomini.

Per il Tribunale, sebbene sia compito dell’amministratore provvedere alla convocazione dell’assemblea, va esclusa in questo caso la sua responsabilità professionale per irregolare convocazione. E dunque, l’amministratore non deve risarcire i danni subiti dal condominio a seguito dell’annullamento delle delibere assunte nonostante l’irregolare convocazione.

È compito dell’assemblea, invece, controllare la regolarità degli avvisi di convocazione e darne conto tramite verbalizzazione, sulla base dell’elenco dei partecipanti, elenco eventualmente compilato dall’amministratore. Per tali ragioni, il Tribunale rigetta la domanda del condominio.

 

Fonte: dirittoegiustizia.it

Leggi dopo