Giurisprudenza commentata

Il rapporto di custodia ed accessorietà dell'impianto fognario nel supercondominio

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni | Riferimenti |

 

La fattispecie decisa dalla Cassazione risolve una controversia in cui la vasca di raccolta delle acque nere, la cui mancata realizzazione aveva cagionato la tracimazione dei liquami all'interno di un'unità immobiliare, e che doveva essere collocata nella parte dell'impianto fognario posta ad esclusivo servizio di un singolo edificio condominiale, ne comporta l'esclusiva responsabilità, attribuibile ad esso soltanto, non potendosi estendere agli altri condomìni del complesso costituente un supercondominio gli obblighi di custodia e manutenzione gravanti sull'amministratore e sull'assemblea del singolo edificio.

Leggi dopo