Giurisprudenza commentata

I pagamenti dell'amministratore tra indebito oggettivo, soggettivo e arricchimento senza causa: un problema irrisolto

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni | Riferimenti |

 

Cosa accade se l'amministratore condominiale, infedele o “pasticcione”, per pagare i debiti di un condominio, utilizzi le disponibilità economiche estratte dal conto corrente di altri condominii da lui amministrati?

Leggi dopo

Le Bussole correlate >