Giurisprudenza commentata

Consumo idrico: lecita la delibera che consente la ripartizione mista consumi/millesimi

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni | Riferimenti |

 

Chiamato ad accertare la legittimità della delibera, nella parte in cui l'assemblea approvava un criterio misto di ripartizione delle spese idriche, il Tribunale capitolino adìto ha precisato che, in presenza di un condominio nel quale è impossibile l'installazione di un contatore di registrazione del consumo idrico per ogni unità immobiliare, mentre è possibile l'allocazione solo per quelle ad uso commerciale, è lecita la delibera che consente la ripartizione mista consumi/millesimi.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >