Focus

L'interesse ad agire prima e durante il giudizio di impugnazione della delibera condominiale

19 Giugno 2018 |

Impugnazione della delibera (legittimazione attiva e passiva)

Sommario

Il quadro normativo | La distinzione tra delibere annullabili e nulle | Le fattispecie esaminate dalla giurisprudenza | Il rilievo di vizi attinenti l'altrui sfera giuridica | La cessazione della materia del contendere | In conclusione | Guida all'approfondimento |

 

Tra le condizioni dell'azione, nel caso di specie di impugnativa della delibera condominiale, vi è - oltre la legittimazione attiva - anche l'interesse ad agire, sicché, in base ai principi generali del nostro ordinamento giuridico, può affermarsi che, per impugnare una decisione assembleare, è necessario che il condomino-attore abbia un interesse giuridicamente rilevante alla sua caducazione. La tematica è stata affrontata dalla giurisprudenza soprattutto distinguendo, all'interno delle delibere viziate, quelle nulle e quelle annullabili. Un particolare terreno di confronto tra gli interpreti ha interessato la possibilità, in capo al condominio, di far valere, in sede di impugnativa ai sensi dell'art. 1137 c.c...

Leggi dopo