Focus

La rappresentanza negoziale dell’amministratore di condominio connessa con la stipula di contratti relativi alla manutenzione ordinaria

Sommario

Il quadro normativo | Il potere di rappresentanza | La spendita del nome | Le attività connesse alla rappresentanza negoziale | In conclusione | Riferimenti |

 

L’amministratore, in quanto mandatario del condominio, è titolare nei confronti dello stesso di una duplice rappresentanza sostanziale e processuale. Il criterio per individuare l’àmbito di azione dello stesso amministratore è costituito dall’oggetto dei propri atti, ovvero pieno potere decisionale quando si tratti di assumere determinazioni che rientrano nella sfera delle attribuzioni assegnategli dal codice civile o dalle leggi vigenti, oppure limitato perché soggetto ad autorizzazione dell’assemblea condominiale o definito per prescrizione regolamentare. L’art. 1131 c.c. si occupa di entrambi i profili della rappresentanza. Nella presente disamina, si approfondirà la rappresentanza negoziale connessa con la stipula di contratti relativi alla manutenzione ordinaria.

Leggi dopo