Focus

Il divieto di parcellizzazione della domanda giudiziale per le controversie in materia locatizia

Sommario

Il quadro normativo | La scelta operata dalla giurisprudenza: l'improponibilità delle domande frazionate | Gli effetti del divieto sulle domande relative alle controversie locatizie | L'interesse obiettivo del creditore che esclude il divieto | In conclusione | Riferimenti |

 

Secondo l'indirizzo recentemente ribadito dalla Cassazione, la parcellizzazione della domanda giudiziale costituisce “abuso del processo” e dà luogo all'improponibilità delle domande. Il principio è destinato a trovare ampia applicazione e si estende alle ipotesi delle domande che siano fondate su fatti costitutivi che, pur diversi, facciano parte di una relazione unitaria tra le parti. L'àmbito di applicazione del principio comprende anche le controversie locatizie: nel testo che segue, viene presa in esame la prospettiva dell'applicazione del principio alle azioni dirette a fare valere i diritti derivanti dal contratto di locazione.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >