News

News

La presenza di scarti di cibo sul marciapiede legittima la responsabilità per custodia del condominio

21 Giugno 2019 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Responsabilità per parti comuni in custodia

Se una persona cade sul marciapiede di un condominio a causa di una sostanza oleosa, la colpa è dell'ente condominiale nella sua qualità di custode ai sensi dell'art. 2051 c.c.

Leggi dopo

Decreto sblocca cantieri: deroghe alla disciplina delle deliberazioni condominiali per gli interventi di recupero degli immobili danneggiati dal terremoto

20 Giugno 2019 | di Redazione scientifica

Manutenzione (ordinaria e straordinaria)

La nuova norma detta criteri e modalità generali per la concessione dei contributi per la ricostruzione privata, in particolare per gli interventi di ricostruzione o di recupero degli immobili privati situati nei territori dei comuni distrutti o danneggiati dagli eventi sismici.

Leggi dopo

Il sindaco che dichiara il degrado dello stabile può ricorrere all’Autorità giudiziaria per la nomina di un nuovo amministratore di condominio

18 Giugno 2019 | di Redazione scientifica

Legge 14 giugno 2019, n. 55

Amministratore (nomina giudiziale)

L'amministratore di nomina giudiziale può assumere le decisioni indifferibili e necessarie, sostituendosi all'assemblea, limitatamente al potere legato esclusivamente allo stato di degrado dell'edificio dichiarato dal Sindaco.

Leggi dopo

L’impossibilità di un lavoro e lo stato di gravidanza non legittimano l’occupazione abusiva di un immobile

17 Giugno 2019 | di Redazione scientifica

Cass. pen.

Occupazione abusiva

Non sussiste la scriminante dello stato di necessità quando l'occupazione dell'immobile è stata realizzata in presenza di una temporanea e contingente esigenza abitativa, stante lo stato di gravidanza di una donna e l’invalidità del padre tale da impedirgli di svolgere attività lavorativa.

Leggi dopo

Deve essere garantito l’utilizzo delle ulteriori porte di accesso di un supercondominio se parti comuni

14 Giugno 2019 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Supercondominio (costituzione e parti comuni)

Tutti i condomini possono avere le chiavi della porta comune. Difatti, accertata la natura condominiale di una porta, escluderne l’utilizzo da parte dei condomini come ulteriore accesso all’edificio, viola il loro diritto all’utilizzo delle parti comuni.

Leggi dopo

Antenne telefoniche: in assenza di autorizzazioni, la società conduttrice deve pagare i rispettivi canoni di locazione?

13 Giugno 2019 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Antenne e fotovoltaici singoli

Gli atti prodromici all'installazione dell'antenne (come il collegamento dei cavi e l'allaccio del contatore elettrico per l'alimentazione dell'impianto) non richiedono alcun provvedimento autorizzativo per il loro compimento.

Leggi dopo

I gatti possono costituire una forma di molestia nei confronti dei vicini?

12 Giugno 2019 | di Redazione scientifica

Cass. pen.

Animali in condominio

Il comportamento volontariamente e deliberatamente tenuto dalla proprietaria che lasci i gatti incustoditi tanto da recare molestia agli altri, configura un comportamento certamente riconducibile a quello tipizzato dall'art. 612-bis c.p.

Leggi dopo

L’autorizzazione ad effettuare i lavori di manutenzione non costituisce valido consenso ad effettuare i miglioramenti sulla cosa locata

11 Giugno 2019 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Miglioramenti alla cosa locata

L’autorizzazione alla effettuazione di lavori di ordinaria e straordinaria manutenzione non è consenso alla effettuazione di miglioramenti, che sono altra cosa rispetto alla manutenzione, sia pure straordinaria della cosa locata.

Leggi dopo

Non è sufficiente l’autorizzazione amministrativa per il mutamento di destinazione abitativa di unità condominiale

10 Giugno 2019 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Uso delle cose comuni (alterazione della destinazione)

L'intervento posto in essere come innovazione si distingue dalle modificazioni. In particolare, l'innovazione consiste in un opera di trasformazione che incide sulla cosa comune, modificandone la destinazione originaria. La modificazione, viceversa, costituisce una facoltà consentita al singolo condomino nei limiti indicati dalla legge.

Leggi dopo

L’assemblea non può deliberare l’installazione di impianti capaci di recare pregiudizio alla sicurezza degli edifici

07 Giugno 2019 | di Redazione scientifica

Cass. civ., sez. II, 31 maggio 2019, n.15021

Barriere architettoniche

In tema di sicurezza degli edifici, esula dai poteri dell'assemblea l'approvazione di modifiche delle parti comuni o la realizzazione di impianti capaci di recare pregiudizio.

Leggi dopo

Pagine