News

News

Necessaria l’unanimità per stabilire che i condomini puliscano le scale a turno

16 Novembre 2018 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Spese per le scale e per l’ascensore

In tema di pulizia delle scale, è nulla la delibera condominiale presa a maggioranza che dopo aver revocato l'appalto della pulizia delle scale preveda che essa venga fatta a turno e personalmente da ciascun condomino, o comunque da terzi incaricati e pagati di volta in volta da ciascun partecipante.

Leggi dopo

La clausola di risoluzione per il mancato pagamento dei canoni non è vessatoria

15 Novembre 2018 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Clausola risolutiva espressa

In tema di locazione ad uso non abitativo, non può considerarsi vessatoria la clausola risolutiva espressa riferita all’ipotesi di inosservanza del termine di pagamento dei canoni, in quanto riproduce il criterio legale di predeterminazione della gravità dell’inadempimento.

Leggi dopo

Il limite di tollerabilità delle immissioni non è mai assoluto, ma relativo alla situazione ambientale

13 Novembre 2018 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Immissioni

In tema di immissioni, gli elementi devono essere valutati in modo obiettivo in relazione alla reattività dell’uomo medio. Pertanto è importante considerare il complesso di suoni, di origine varia spesso non identificabile, continui e caratteristici della zona.

Leggi dopo

Il serbatoio privato resta nel ripostiglio comune solo se gli altri condomini non devono installarne uno proprio

09 Novembre 2018 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Uso delle cose comuni (pari uso)

L’uso paritetico della cosa comune va valutato in concreto e in relazione alla possibile utilizzazione che gli altri condomini faranno della stessa parte comune. Pertanto, non è illegittima la collocazione di un serbatoio nel locale condominiale.

Leggi dopo

Il distacco dal riscaldamento centralizzato è lecito anche contro il regolamento

07 Novembre 2018 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Distacco dall’impianto centralizzato di riscaldamento

É nulla la clausola del regolamento condominiale che vieti al condomino di rinunciare all’utilizzo dell’impianto centralizzato di riscaldamento e di distaccare le diramazioni della sua unità immobiliare dall’impianto termico comune.

Leggi dopo

L’ex amministratore può agire contro il condominio o i singoli morosi per recuperare i soldi anticipati

06 Novembre 2018 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Amministratore (legittimazione passiva)

La natura parziaria dell'obbligazione non limita la rappresentanza processuale dell’amministratore, il quale può indifferentemente evocare in giudizio i singoli condomini morosi, oppure il condominio in persona dell'amministratore protempore, conseguendo così, in entrambi i casi, un titolo da mettere in esecuzione avverso i singoli condomini per la quota di rispettiva competenza.

Leggi dopo

Le spese dei frontalini sono a carico del condominio anche se il palazzo non presenta elementi di pregio architettonico

02 Novembre 2018 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Balconi

Anche se il balcone aggettante appartiene in via esclusiva al proprietario, le spese del frontalino sono a carico di tutti quando l’edificio non mostra particolari pregevolezze artistiche o architettoniche. Difatti è sufficiente che il rivestimento esterno al balcone contribuisca alla gradevolezza estetica dell’intero manufatto.

Leggi dopo

Esclusa la responsabilità del condominio se l’infiltrazione deriva dalla diramazione che va nel singolo appartamento

31 Ottobre 2018 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Impianto idrico e fognario

In tema di infiltrazioni, la presunzione di condominio non va estesa a quella parte dell’impianto idrico che si trova nell’immobile del singolo e di conseguenza nemmeno ai tubi che portano acqua nelle altre unità.

Leggi dopo

Il condominio non può chiedere il rilascio di un immobile che gli è stato concesso in uso perpetuo

29 Ottobre 2018 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Portineria e alloggio del portiere

Escluso il rilascio dell’immobile detenuto dal legittimo proprietario quando questo, in precedenza, era gravato dal vincolo perpetuo di destinazione a casa di abitazione del portiere. L’obbligazione assunta dal proprietario, infatti, non rientra tra le obbligazioni propter rem perché manca del requisito della tipicità.

Leggi dopo

Condannato chi urla di notte per far smettere di abbaiare i cani

24 Ottobre 2018 | di Redazione scientifica

Cass. pen.

Animali in condominio

L’atto di urlare di notte è idoneo a disturbare potenzialmente la quiete e il riposo di un numero indeterminato di persone. Difatti, l’art. 659 c.p. tutela l’interesse dello Stato alla salvaguardia dell’ordine pubblico, considerato nel particolare aspetto della tranquillità pubblica.

Leggi dopo

Pagine