News

News

Condominio responsabile della caduta a causa di una macchia d'olio proveniente dal secchio della spazzatura

03 Marzo 2020 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Responsabilità per parti comuni in custodia

Provata la presenza del secchio contenente spazzatura di tipo umido nell'androne condominiale, il Condominio avrebbe dovuto dimostrare che la sostanza oleosa era presente da un lasso di tempo così breve da impedire un efficace intervento riparatore. Non dimostrando nulla, impossibile parlare di caso fortuito.

Leggi dopo

Dissuasore di parcheggio nel cortile condominiale: nessun risarcimento per evidente colpa della condomina

02 Marzo 2020 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Responsabilità per parti comuni in custodia

Nessun ristoro economico a causa dell'evidente colpe della donna, poiché il dissuasore era ben visibile e lei, risiedendo da anni nello stabile, conosceva bene il cortile.

Leggi dopo

La sottrazione di cose da un cortile condominiale va sempre punita come furto in abitazione

28 Febbraio 2020 | di Redazione scientifica

Cass. pen.

Responsabilità per parti comuni in custodia

La nozione di abitazione include anche locali che - come i cortili e le aree condominiali - costituiscono parte integrante del luogo abitato per essere destinati, con carattere di indispensabile strumentalità, all'attuazione delle esigenze della vita abitativa. Non rileva, quindi, né la natura del bene oggetto del furto, né la sua appartenenza a soggetto che non sia il proprietario del luogo a cui accede la pertinenza, ma esclusivamente e per tassativa volontà della norma incriminatrice quello in cui il reato è stato commesso.

Leggi dopo

Il diritto reale d'uso sul cortile istituito in favore di una persona giuridica non può superare il trentennio

27 Febbraio 2020 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Servitù (esercizio e estinzione)

È incompatibile con l'ordinamento ipotizzare un diritto perpetuo di natura obbligatoria a favore di un soggetto, né che un tal diritto possa privare del tutto d'utilità la proprietà.

Leggi dopo

La legnaia chiusa da muri perimetrali non è tettoia: necessario il titolo abilitativo

26 Febbraio 2020 | di Redazione scientifica

Cons. Stato

Distanze legali

Nel caso di tettoie chiuse, la giurisprudenza amministrativa è ferma nel ritenerle nuove costruzioni in considerazione del fatto che, se sono chiuse, non possono più definirsi soltanto “tettoie”, bensì veri e propri edifici.

Leggi dopo

La guida delle Entrate al bonus mobili ed elettrodomestici 2020

25 Febbraio 2020 | di Redazione scientifica

Ag. Entrate

AgenziaEntrate_Guida bonus mobili e elettrodomestici.pdf

Facciate

L'Agenzia delle Entrate ha pubblicato la guida al bonus mobili ed elettrodomestici aggiornata: l'agevolazione è stata prorogata dalla recente legge di bilancio (art. 1, comma 175, l. n. 160/2019) anche per gli acquisti che si effettuano nel 2020.

Leggi dopo

Il muro divisorio non può dar luogo all'esercizio di una servitù di veduta

24 Febbraio 2020 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Vedute e luci

Il muro divisorio non può dar luogo all'esercizio di una servitù di veduta, perché ha solo la funzione di demarcazione del confine e tutela del fondo.

Leggi dopo

Parcheggia la propria autovettura bloccando l'accesso alla persona offesa: è violenza privata

21 Febbraio 2020 | di Redazione scientifica

Cass. pen.

Parcheggi esterni

La condotta di chi ostruisce volontariamente la strada per impedire ad altri di manovrare nella stessa realizza l'elemento materiale del reato di violenza privata.

Leggi dopo

Legittimo il sistema installato nelle parti comuni di un immobile ad uso abitativo per garantire la sicurezza e la tutela di persone e beni

20 Febbraio 2020 | di Redazione scientifica

Corte UE

Privacy nel condominio

La Corte di Giustizia UE si pronuncia sulla conformità al diritto comunitario dell'installazione di un sistema di videosorveglianza nelle parti comuni di un immobile ad uso abitativo.

Leggi dopo

Il condomino può ottenerne il rimborso solo qualora provi l'inerzia e la necessità dei lavori

19 Febbraio 2020 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Spese anticipate dal condomino

Sia la necessità della spesa, quale parametro del rimborso ex art. 1110 c.c., sia l'urgenza della spesa, quale parametro del rimborso ex art. 1134 c.c., presuppongono che una spesa vi sia stata, che ne sussista la prova, e che l'esborso sia riferibile a uno specifico intervento, in difetto venendo a mancare il sostrato oggettivo del giudizio di rimborsabilità.

Leggi dopo

Pagine