News

News

Necessario il permesso di costruire per trasformare un appartamento in studio professionale

04 Dicembre 2018 | di Redazione scientifica

Cons. Stato

Modificazioni delle destinazioni d’uso

Il mutamento di destinazione d'uso di un immobile deve considerarsi urbanisticamente rilevante e, come tale, soggetto di per sé all’ottenimento di un titolo edilizio abilitativo. Di conseguenza, il mutamento non autorizzato che alteri il carico urbanistico, integra una situazione di illiceità a vario titolo.

Leggi dopo

Decreto sicurezza: l’obbligo di comunicazione alla questura è previsto anche per gli affitti brevi

03 Dicembre 2018 | di Redazione scientifica

Bed & breakfast

In materia di sicurezza, viene introdotto per le locazioni e per le sublocazioni di durata inferiore a trenta giorni, l’obbligo di comunicazione alla questura.

Leggi dopo

Chi realizza un vano scale deve rispettare le norme sulle distanze

29 Novembre 2018 | di Redazione scientifica

Cass civ.

Distanze legali

In tema di distanze legali fra edifici, costituiscono corpo di fabbrica le sporgenze degli edifici aventi particolari proporzioni, ove siano di apprezzabile profondità e ampiezza, giacché, pur non corrispondendo a volumi abitativi coperti, rientrano nel concetto civilistico di costruzione, in quanto destinati ad estendere e ampliare la consistenza dei fabbricati.

Leggi dopo

L’amministratore non risponde degli effetti pregiudizievoli derivati all’edificio da interventi realizzati dai condomini

28 Novembre 2018 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Amministratore (legittimazione passiva)

Le ipotetiche lesioni del decoro della facciata, compiute da altri condomini, impone che vi sia la chiamata diretta in giudizio dei singoli responsabili delle violazioni e non del solo amministratore.

Leggi dopo

Anche senza autorizzazione dell'assemblea, il condomino obeso può installare, a proprie spese, l'ascensore

27 Novembre 2018 | di Redazione scientifica

Trib. Roma,

Barriere architettoniche

Per disabilità si intende la presenza di una menomazione fisica o psichica che indica lo svantaggio personale che la persona, affetta da tale menomazione, vive. Dunque con il termine handicap si vuole indicare lo svantaggio sociale vissuto.

Leggi dopo

Il condominio paga la COSAP nel caso in cui realizzi griglie e intercapedini intorno allo stabile

23 Novembre 2018 | di Redazione scientifica

Fondazioni e intercapedini

L'obbligo di pagamento del canone per l’occupazione del suolo sussiste sia nel caso di concessione, anche presunta, per occupazione abusiva, che nella diversa ipotesi di uso collettivo del suolo.

Leggi dopo

È illegittima la trasformazione del sottotetto in unità abitativa abitabile

21 Novembre 2018 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Sottotetti

In tema di sopraelevazione, il sottotetto non diventa mansarda se il regolamento impone di rifare il tetto e allungare le canne fumarie. Invero, non può trasformarsi il sottotetto, per usi abitativi, quando il regolamento prevede solo, in sopraelevazione, l'edificazione di un ulteriore piano.

Leggi dopo

La ripartizione della spesa di pulizia e illuminazione delle scale va effettuata in base al criterio proporzionale dell'altezza dal suolo di ciascun piano

19 Novembre 2018 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Spese per le scale e per l’ascensore

In tema di pulizia e illuminazione delle scale, la ripartizione della spesa va effettuata in applicazione analogica dell’art. 1124 c.c., il quale è espressione del principio generale posto dall'alt. 1123, comma 2, c.c., e trova la propria ratio nella considerazione di fatto che i proprietari dei piani alti logorano le scale in misura maggiore rispetto ai proprietari dei piani bassi.

Leggi dopo

Necessaria l’unanimità per stabilire che i condomini puliscano le scale a turno

16 Novembre 2018 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Spese per le scale e per l’ascensore

In tema di pulizia delle scale, è nulla la delibera condominiale presa a maggioranza che dopo aver revocato l'appalto della pulizia delle scale preveda che essa venga fatta a turno e personalmente da ciascun condomino, o comunque da terzi incaricati e pagati di volta in volta da ciascun partecipante.

Leggi dopo

La clausola di risoluzione per il mancato pagamento dei canoni non è vessatoria

15 Novembre 2018 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Clausola risolutiva espressa

In tema di locazione ad uso non abitativo, non può considerarsi vessatoria la clausola risolutiva espressa riferita all’ipotesi di inosservanza del termine di pagamento dei canoni, in quanto riproduce il criterio legale di predeterminazione della gravità dell’inadempimento.

Leggi dopo

Pagine