News

News

Per impedire la sosta di automobili spetta al condominio (attore) provare la proprietà dell’area

09 Luglio 2020 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Negatoria (azione)

Nell’actio negatoria servitutis l’attore deve dimostrare con ogni mezzo di prova, ed anche con presunzioni semplici, di possedere in forza di un titolo valido.

Leggi dopo

Il condomino ha diritto di prendere visione dei documenti, ma con buonafede e senza ostacolare il lavoro dell’amministratore

07 Luglio 2020 | di Edoardo Valentino

Cass. civ.

Amministratore (documentazione e registri)

Ogni condomino ha il diritto, in ogni momento, di domandare all’amministratore di prendere visione ed estrarre copia dei documenti condominiali, senza che abbia alcun onere di giustificazione delle richieste. Tale diritto, tuttavia, non deve costituire un ostacolo per l’attività del mandatario o essere esercitato con modalità contrarie alla buona fede.

Leggi dopo

Cosa si intende per “edificio” al fine del rispetto delle norme sulle distanze?

06 Luglio 2020 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Distanze legali

Le nozioni di “costruzione” e di “edificio” sono distinte ed eterogenee sotto il profilo tecnico-giuridico. L'eventuale deroga alla distanza regolamentare di 5 metri prevista dalle norme locali integrative per gli “edifici” non può dunque essere applicata in caso di altre “costruzioni”.

Leggi dopo

Rapporto tra giudizio relativo alle spese deliberate in assemblea e lite introdotta da un terzo verso il Condominio per le stesse somme

06 Luglio 2020 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Impugnazione della delibera (procedimento)

Nel procedimento di impugnazione della delibera assembleare che approva e ripartisce le spese condominiali il giudice deve limitarsi a verificare la validità della stessa delibera, con la conseguenza che tra la controversia avente ad oggetto la debenza delle somme di cui alla delibera impugnata e quella introdotta da un terzo nei confronti del Condominio per ricevere le medesime somme (e quindi fondata su un diverso titolo) non sussiste nessun rapporto di pregiudizialità necessaria.

Leggi dopo

La mancanza del certificato di agibilità del locale affittato ad uso commerciale non costituisce inadempimento del locatore

03 Luglio 2020 | di Edoardo Valentino

Cass. civ.

Vizi della cosa locata

In un contratto di locazione ad uso diverso dall’abitativo spetta al locatario verificare la sussistenza delle necessarie certificazioni tecniche e amministrative per svolgere l’attività preposta. È escluso che il conduttore possa considerare il locatore responsabile per la mancanza del certificato di agibilità dei locali, a meno che questa pattuizione non fosse stata espressamente prevista nel contratto d’affitto.

Leggi dopo

Le spese di rifacimento delle ringhiere dei balconi devono essere ripartite tra tutti i condomini?

01 Luglio 2020 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Balconi

Fermo restando che i balconi dell’edificio condominiale non rientrano tra le parti comuni ex art. 1117 c.c., i rivestimenti dei balconi invece devono essere considerati beni comuni se svolgono in concreto una prevalente ed essenziale funzione estetica quali elementi decorativi ed ornamentali essenziali della facciata.

Leggi dopo

Si appropria di somme versate dai condomini invocando un presunto diritto di credito: amministratore condannato

01 Luglio 2020 | di Redazione scientifica

Cass. pen.

Responsabilità penale dell’amministratore

Confermata la condanna di un amministratore di condominio per appropriazione indebita in relazione ad alcune somme versate dai condomini dello stabile amministrato.

Leggi dopo

L'atto di querela dei condomini in caso di appropriazione indebita dell'amministratore

29 Giugno 2020 | di Redazione scientifica

Cass. pen.

Responsabilità penale dell’amministratore

Per la proposizione di una valida istanza di punizione da parte di un condominio di edifici occorre la preventiva unanime manifestazione di volontà da parte dei condomini così da conferire all'amministratore l'incarico di perseguire penalmente un soggetto per un fatto ritenuto lesivo del patrimonio comune.

Leggi dopo

Ingiunzione di pagamento dei canoni scaduti e insussistenza del credito azionato dal locatore per effetto dei controcrediti del conduttore

26 Giugno 2020 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Ingiunzione di pagamento di canoni scaduti

La Cassazione ha ribadito che solo se nel giudizio di convalida di sfratto per morosità viene proposto il ricorso per l'ingiunzione di pagamento dei canoni scaduti, il provvedimento conclusivo può assumere l'efficacia di cosa giudicata, non solo circa l'esistenza rapporto tra le parti e sulla misura del canone preteso, ma anche circa l'insussistenza del credito azionato in sede monitoria dal locatore, per effetto dei controcrediti del conduttore per somme indebitamente corrisposte a titolo di maggiorazioni contra legem del canone.

Leggi dopo

Contratto di locazione ad uso abitativo stipulato in forma verbale: la registrazione non sana il vizio di forma

24 Giugno 2020 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Registrazione del contratto di locazione

L'effetto di consolidamento derivante dalla registrazione del contratto di locazione ad uso abitativo stipulato dalle parti in forma verbale viene travolto dalla pronuncia di illegittimità costituzionale (Corte Cost. n. 50/2014) che, con effetto ex tunc, ha negato legittimità all'art. 3, comma 8, d.lgs. n. 23/2011.

Leggi dopo

Pagine