News

News

Nulla la delibera che addebita le spese di riscaldamento anche a chi non utilizza l'impianto

25 Novembre 2019 | di Redazione scientifica

Cass. civ., sez. II, 13 giugno 2019, n. 15932

Distacco dall’impianto centralizzato di riscaldamento

Il condomino può legittimamente rinunziare all'uso del riscaldamento centralizzato e distaccare le diramazioni della sua unità immobiliare dall'impianto termico comune, senza necessità di autorizzazione od approvazione degli altri condomini.

Leggi dopo

Il giudice non può interpretare nel senso estensivo le clausole del regolamento condominiale

22 Novembre 2019 | di Redazione scientifica

Cass. civ., sez. VI, ord. 24 ottobre 2019, n. 27257

Regolamento Contrattuale (interpretazione e modifica)

Il regolamento condominiale di origine contrattuale può imporre divieti e limiti di destinazione alle facoltà di godimento dei condomini sulle unità immobiliari in esclusiva proprietà sia mediante elencazione di attività vietate, sia con riferimento ai pregiudizi che si intende evitare. Tuttavia, i divieti ed i limiti di destinazione alle facoltà di godimento dei condomini sulle unità immobiliari in proprietà esclusiva devono risultare da espressioni incontrovertibilmente rivelatrici di un intento chiaro ed esplicito, non suscettibile di dar luogo ad incertezze.

Leggi dopo

In assenza di condominio, non è possibile aprire delle vedute sul cortile comune

20 Novembre 2019 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Distanze legali

Non vi è ragione di invocare, al fine di escludere la configurabilità di una servitù di veduta sul cortile di proprietà comune, il principio nemini res sua servit, il quale, in realtà, trova applicazione soltanto quando un unico soggetto è titolare del fondo servente e di quello dominante, e non anche quando il proprietario di uno di essi sia anche comproprietario dell'altro, giacche' in tal caso l'intersoggettività del rapporto è data dal concorso di altri titolari del bene comune.

Leggi dopo

In caso di divisione giudiziale non è necessario il consenso di tutti i condomini

18 Novembre 2019 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Divisione delle parti comuni dell’edificio

Le parti comuni dell'edificio non sono soggette a divisione, a meno che - per la divisione giudiziaria - la divisione possa farsi senza rendere più incomodo l'uso della cosa a ciascun condomino.

Leggi dopo

I condomini sono egualmente tenuti agli obblighi di vigilanza e prevenzione per ogni evento di danno

15 Novembre 2019 | di Redazione scientifica

Cass. pen.

Responsabilità penale dei condomini

Il problema derivava non dalla caduta del singolo solaio, ma dal cedimento di esso in ragione dei danni e delle infiltrazioni alle parti strutturali e portanti dell'edificio. Si trattava di parti comuni che vedevano tutti gli imputati obbligati all'intervento e al ripristino.

Leggi dopo

Il condominio è responsabile anche quando il danno dipende da un difetto di costruzione dell'edificio

13 Novembre 2019 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Responsabilità per parti comuni in custodia

Il condominio di un edificio risponde in base all'art. 2051 c.c. dei danni cagionati alla porzione di proprietà esclusiva di uno dei condomini anche quando i danni sono imputabili a vizi edificatori dello stabile.

Leggi dopo

La domanda di accertamento e di condanna al rilascio del bene deve svolgersi in contraddittorio con tutti i condomini

11 Novembre 2019 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Litisconsorzio

La richiesta di un terzo che, agendo avverso un condominio, si affermi esclusivo proprietario di un locale e pretenda di farlo con la proposizione di una domanda volta al giudicato di accertamento e di condanna al rilascio del locale medesimo, si deve svolgere in contraddittorio con tutti i condomini.

Leggi dopo

Conduttore responsabile nei riguardi del locatore dei danni causati dall'incendio dell'immobile locato, anche se provocato da terzi

08 Novembre 2019 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Conduttore (obblighi)

In caso di incendio divampato nell'immobile locato, la responsabilità ricade sul conduttore, essendo imputabile a lui la scelta di consentire l'uso della cosa a terzi occupanti, ed ovviamente nella misura in cui egli vi abbia, per l'appunto, acconsentito, ed il godimento da parte di terzi non sia avvenuto senza il suo consenso o contro la sua volontà.

Leggi dopo

Spese di conservazione anche per i condomini che non si trovano al di sotto della proiezione verticale del tetto

05 Novembre 2019 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Tetto

La ripartizione delle spese di manutenzione proporzionate all'uso delle cose comuni o correlate all'utilità che se ne tragga non si giustifica con riferimento a quelle parti, come il tetto (o la facciata), che costituiscono le strutture essenziali ai fini dell'esistenza stessa dello stabile unitariamente considerato e che sono destinate a servire in maniera eguale ed indifferenziata le varie unità immobiliari dell'edificio.

Leggi dopo

Operai deceduti per asfissia: nessuna posizione di garanzia per il locatore

04 Novembre 2019 | di Redazione scientifica

Cass. pen.

Conduttore (obblighi)

Nessuna posizione di garanzia può individuarsi in capo al locatore in relazione alla pericolosità della situazione creatasi all'interno del capannone, a causa della costruzione da parte del conduttore del manufatto (soppalco) utilizzato quale dormitorio che non consentiva un rapido accesso alle vie di fuga, non gravando sul primo il governo del relativo rischio.

Leggi dopo

Pagine