News

News

I condomini sono egualmente tenuti agli obblighi di vigilanza e prevenzione per ogni evento di danno

15 Novembre 2019 | di Redazione scientifica

Cass. pen.

Responsabilità penale dei condomini

Il problema derivava non dalla caduta del singolo solaio, ma dal cedimento di esso in ragione dei danni e delle infiltrazioni alle parti strutturali e portanti dell'edificio. Si trattava di parti comuni che vedevano tutti gli imputati obbligati all'intervento e al ripristino.

Leggi dopo

Il condominio è responsabile anche quando il danno dipende da un difetto di costruzione dell'edificio

13 Novembre 2019 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Responsabilità per parti comuni in custodia

Il condominio di un edificio risponde in base all'art. 2051 c.c. dei danni cagionati alla porzione di proprietà esclusiva di uno dei condomini anche quando i danni sono imputabili a vizi edificatori dello stabile.

Leggi dopo

La domanda di accertamento e di condanna al rilascio del bene deve svolgersi in contraddittorio con tutti i condomini

11 Novembre 2019 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Litisconsorzio

La richiesta di un terzo che, agendo avverso un condominio, si affermi esclusivo proprietario di un locale e pretenda di farlo con la proposizione di una domanda volta al giudicato di accertamento e di condanna al rilascio del locale medesimo, si deve svolgere in contraddittorio con tutti i condomini.

Leggi dopo

Conduttore responsabile nei riguardi del locatore dei danni causati dall'incendio dell'immobile locato, anche se provocato da terzi

08 Novembre 2019 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Conduttore (obblighi)

In caso di incendio divampato nell'immobile locato, la responsabilità ricade sul conduttore, essendo imputabile a lui la scelta di consentire l'uso della cosa a terzi occupanti, ed ovviamente nella misura in cui egli vi abbia, per l'appunto, acconsentito, ed il godimento da parte di terzi non sia avvenuto senza il suo consenso o contro la sua volontà.

Leggi dopo

Spese di conservazione anche per i condomini che non si trovano al di sotto della proiezione verticale del tetto

05 Novembre 2019 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Tetto

La ripartizione delle spese di manutenzione proporzionate all'uso delle cose comuni o correlate all'utilità che se ne tragga non si giustifica con riferimento a quelle parti, come il tetto (o la facciata), che costituiscono le strutture essenziali ai fini dell'esistenza stessa dello stabile unitariamente considerato e che sono destinate a servire in maniera eguale ed indifferenziata le varie unità immobiliari dell'edificio.

Leggi dopo

Operai deceduti per asfissia: nessuna posizione di garanzia per il locatore

04 Novembre 2019 | di Redazione scientifica

Cass. pen.

Conduttore (obblighi)

Nessuna posizione di garanzia può individuarsi in capo al locatore in relazione alla pericolosità della situazione creatasi all'interno del capannone, a causa della costruzione da parte del conduttore del manufatto (soppalco) utilizzato quale dormitorio che non consentiva un rapido accesso alle vie di fuga, non gravando sul primo il governo del relativo rischio.

Leggi dopo

Sisma bonus: vendita delle unità immobiliari e detrazioni per interventi di riduzione del rischio sismico

31 Ottobre 2019 | di Redazione scientifica

Ag. Entrate

Ag. Entrate, risp. 10 ottobre 2019, n. 409.pdf

Vendita dell’unità immobiliare

La disposizione sull'acquisto di case antisismiche, pur avendo alcuni elementi di analogia con il c.d. "sisma bonus", si differenzia da quest'ultimo in quanto beneficiari dell'agevolazione sono gli acquirenti delle nuove unità immobiliari e la detrazione è calcolata sul prezzo di acquisto di ciascuna unità, nella misura del 75 oppure 85 per cento, entro l'importo massimo di 96.000 euro.

Leggi dopo

L'immobile in condominio non può essere adibito a centro estetico in quanto attività diversa dall'ufficio

30 Ottobre 2019 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Regolamento di condominio (limiti)

Con la previsione del regolamento condominiale inerente "uffici e studi professionali" si intende riferirsi alle professioni intellettuali di cui all'art. 2229 e ss. c.c., rendendo perciò illecita l'utilizzazione dell'appartamento per l'esercizio di un centro di estetica, in quanto attività commerciale esclusa dal regolamento e in quando attività diversa dall'ufficio.

Leggi dopo

Passaggio su strada comune effettuato da un comunista per accedere ad altro fondo a lui appartenente: godimento vietato

29 Ottobre 2019 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Uso delle cose comuni (alterazione della destinazione)

Configura mutamento di destinazione, rilevante ex art. 1102 c.c., nel senso di rendere illegittimo l'uso particolare di un comunista o condomino, la direzione della funzione della cosa comune - pur lasciata immutata nella sua natura (il passaggio) - a vantaggio di beni esclusivi di un comunista o un condomino, rispetto ai quali i comproprietari non avevano inteso "destinare" il bene comune.

Leggi dopo

Opposizione a decreto ingiuntivo per il pagamento delle spese condominiali e vizi inerenti delle delibere assembleari

28 Ottobre 2019 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Riscossione dei contributi condominiali

Nel giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo concernente il pagamento di contributi per spese, in generale, il condomino opponente non può far valere questioni attinenti alla annullabilità della delibera condominiale di approvazione dello stato di ripartizione. Tuttavia, è contrasto in giurisprudenza se il limite alla rilevabilità, anche d'ufficio, dell'invalidità delle sottostanti delibere debba, o meno, operare allorché si tratti di vizi implicanti la loro nullità (e non annullabilità), trattandosi dell'applicazione di atti la cui validità rappresenta un elemento costitutivo della domanda.

Leggi dopo

Pagine