Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Installazione dell'ascensore e abbattimento delle barriere architettoniche

06 Dicembre 2017 | di Ettore Ditta

Cass. civ.

Barriere architettoniche

Dopo un iniziale lungo periodo in cui la disciplina contenuta nella l. 9 gennaio 1989, n. 13, ha ricevuto una applicazione altalenante e con la prima decisione emessa dalla Cassazione era stata addirittura confinata in un ambito di applicazione molto restrittivo, invece a partire dalla metà degli anni 2000...

Leggi dopo

Risoluzione per inadempimento del contratto di locazione ad uso diverso per reiterati ritardi nel versamento del canone

05 Dicembre 2017 | di Nicola Frivoli

Trib. Milano

Morosità (inadempimento)

Il giudicante è stato chiamato ad accertare e dichiarare la risoluzione per grave inadempimento del conduttore in un contratto di locazione ad uso diverso, in applicazione del combinato disposto degli artt. 1453 e 1455 c.c., alla luce dei pagamenti ritardati da parte dell'obbligato, nonostante...

Leggi dopo

Applicabilità degli artt. 5 e 55 della l. n. 392/1978 anche ai contratti ad uso diverso dall'abitazione?

04 Dicembre 2017 | di Giorgio Grasselli

Cass. civ.

Morosità (inadempimento)

Negli anni l'orientamento giurisprudenziale in merito all'applicabilità dell'artt. 5 e 55 l. 392/1978 anche alle locazioni ad uso diverso dall'abitazione, non è stato sempre univoco, a dirimere i contrasti interviene la Cassazione a Sezioni Unite (Cass. civ., sez. un., 28 aprile 1999, n. 272) escludendo l'applicabilità dell'art. 55 della l. n. 392/78...

Leggi dopo

La domanda di mediazione impedisce la decadenza dal momento della comunicazione alle altre parti

01 Dicembre 2017 | di Maurizio Tarantino

Trib. Parma

Mediazione obbligatoria (condominio)

Chiamato ad accertare la validità di una delibera assembleare, il tribunale di Parma, ritenendo la domanda tardiva, ha sottolineato che l'impugnazione (che dovrà essere preceduta da un tentativo di conciliazione) si propone con un atto di citazione davanti al giudice civile entro 30 giorni dalla delibera o dalla comunicazione della stessa ai condomini assenti. Quanto alla procedibilità dell’azione...

Leggi dopo

Mediazione obbligatoria e impugnativa di delibera: la decorrenza del termine previsto dall'art. 1137 .c.c.

27 Novembre 2017 | di Massimo Ginesi

Trib. Milano

Mediazione obbligatoria (condominio)

Il Tribunale di Milano, in linea con l'interpretazione di una parte della giurisprudenza di merito, si pronuncia sulle modalità di computo del termine di trenta giorni, che l'art. 1137 c.c. prevede quale barriera per chi intenda impugnare una delibera annullabile. La pronuncia, con un condivisibile orientamento garantista, ritiene che...

Leggi dopo

Anche l'appello avverso la sentenza che decide sull'impugnazione della delibera condominiale va proposto con citazione

23 Novembre 2017 | di Alberto Celeste

Cass. civ.

Impugnazione della delibera (modalità e termini)

Investita della questione sulla validità dell'appello, avverso la sentenza di primo grado avente ad oggetto la causa, proposta con ricorso, in cui si invocava l'annullamento di una delibera condominiale, nonché della questione relativa alla data di riferimento per determinarne la tempestività, la Suprema Corte finalmente...

Leggi dopo

Ricezione della convocazione assembleare a mezzo lettera raccomandata e decorrenza del termine di cui all'art. 66 disp. att. c.c.

22 Novembre 2017 | di Claudio Tedeschi

Cass. civ.

Avviso di convocazione

La Corte di Cassazione, con approfondito ed esaustivo iter argomentativo, ha affrontato e risolto la problematica relativa al rispetto del termine prescritto dall'art. 66 disp. att. c.c. per la convocazione del condomino alla seduta assembleare nel caso in cui...

Leggi dopo

La tutela del vicino per le immissioni intollerabili prodotte dal conduttore

21 Novembre 2017 | di Marcello Sinisi, Fulvio Troncone

Cass. civ.

Molestie al godimento della cosa locata

Riproposta per l'ennesima volta all'esame del giudice di legittimità la questione della tutela accordabile al soggetto che subisca nella sua proprietà immissioni eccedenti la normale tollerabilità provenienti da immobile tolto in locazione, la seconda sezione civile della Cassazione conferma la tesi della diretta responsabilità risarcitoria del conduttore, precisando al contempo i presupposti ed i limiti della eventuale corresponsabilità del proprietario del cespite e ciò senza trascurare i consolidati principi posti a base della cumulabile e distinta azione di natura reale diretta alla eliminazione delle cause delle immissioni.

Leggi dopo

Indebita appropriazione di denaro da parte dell’amministratore di condominio

16 Novembre 2017 | di Fausto Moscatelli

Cass. pen.

Responsabilità penale dell’amministratore

Identificando il tempus commissi delicti dell'appropriazione indebita del danaro dei condomini da parte dell'amministratore, nel momento in cui è risultata manifesta la sua volontà di trattenere per sé le somme che sarebbero dovute essere presenti sul conto corrente condominiale al subentro del suo successore, una recente sentenza della Cassazione...

Leggi dopo

È nulla la nomina dell'amministratore che non ha frequentato il corso annuale di aggiornamento

16 Novembre 2017 | di Gennaro Guida

Trib. Padova

Amministratore (requisiti e incompatibilità)

Il Tribunale di Padova ritiene che l'obbligo di formazione previsto dal decreto ministeriale n. 140 del 2014, entrato in vigore il 9 ottobre 2014, ha cadenza annuale e...

Leggi dopo

Pagine