Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

La delega ed il conflitto di interessi: due elementi di rilievo nelle delibere assembleari

24 Agosto 2020 | di Adriana Nicoletti

Trib. Salerno

Conflitto di interessi

Quando il condomino non può partecipare personalmente all'assemblea e vuole comunque essere presente, rilascia delega ad altro condomino, che può essere anche un soggetto estraneo alla compagine ma non l'amministratore. Inoltre, non è insolito che gli interessi di un partecipante possano configgere con quelli dell'intera comunità. Entrambe le situazioni determinano le problematiche che sono state analizzate nella sentenza in esame e sulle quali è necessario formulare alcune osservazioni.

Leggi dopo

Impugnazione dell'assemblea condominiale: quante “teste” conta chi ha svariate proprietà?

21 Agosto 2020 | di Edoardo Valentino

Trib. Verona

Assemblea (quorum costitutivi e deliberativi)

La sentenza del Tribunale di Verona in commento chiarisce che, al fine dei conteggi delle “teste” in assemblea, e per la computazione delle maggioranze previste dall'art. 1136 c.c., un soggetto comproprietario di più unità immobiliare deve essere conteggiato come una “testa”, assommando poi i millesimi di tutti gli immobili di sua proprietà.

Leggi dopo

La mancata specificazione del compenso dell'amministratore di condominio comporta la nullita' della nomina?

20 Agosto 2020 | di Nicola Frivoli

Trib. Udine

Amministratore (compenso)

Il giudicante è stato chiamato ad accertare la fondatezza di un atto di opposizione a decreto ingiuntivo da parte di un condominio inerente la nullità, invalidità ed inefficacia della nomina di un amministratore di condominio, con susseguente revoca del provvedimento monitorio.

Leggi dopo

Stalking condominiale tra divieto di avvicinamento e obbligo di abbandono della propria abitazione

19 Agosto 2020 | di Maria Beatrice Magro

Cass. pen.

Responsabilità penale dei condomini

La Corte di Cassazione ha disposto l'annullamento con rinvio dell'ordinanza che disponeva la misura cautelare a carico di un condomino resosi autore di atti persecutori e di lesioni aggravate ai danni di un vicino di casa afflitto da menomazioni fisiche. A fronte della più generica richiesta del P.M. di applicazione in via cautelare del divieto di avvicinarsi e di comunicare alla persona offesa, il G.I.P. aveva provveduto disponendo una misura cautelare di maggiore afflittività, consistente nel più specifico e dettagliato divieto di avvicinamento all'edificio dove la vittima dimora, e nell'obbligo di mantenersi ad una distanza di almeno 50 metri. Tuttavia, trattandosi di fatti riguardanti condomini abitanti nel medesimo edificio, il contenuto prescrittivo più dettagliato della misura si era, di fatto, tradotto sostanzialmente in un immotivato divieto di dimora nella propria abitazione e nel conseguente obbligo di abbandonare il proprio domicilio, ossia in una diversa misura cautelare connotata da maggiore compressione dei diritti del sottoposto.

Leggi dopo

È responsabile il condominio per i danni derivanti dal crollo del muro posto a contenimento del terrapieno del fondo vicino

18 Agosto 2020 | di Gianluigi Frugoni

Trib. Roma

Muri

Il Tribunale di Roma pare discostarsi dalla giurisprudenza maggioritaria secondo la quale un muro che fa da contenimento e recinzione ad un giardino di proprietà esclusiva, pur inserito nella struttura del complesso immobiliare, non può, di per sé, ritenersi incluso fra le parti comuni, ai sensi dell'art. 1117 c.c., con le relative conseguenze in ordine all'onere delle spese di riparazione, atteso che tale bene, per sua natura, è destinato a svolgere funzione di contenimento di quel giardino.

Leggi dopo

Costituzione del condominio e delibera di approvazione della ripartizione di spese

13 Agosto 2020 | di Guerino De Santis

Trib. Salerno

Costituzione del condominio

Per dirsi costituito un condominio, non è necessaria un'apposita delibera in tal senso, oppure degli adempimenti formali tesi alla dichiarazione di esistenza dello stesso, ma è sufficiente l'appartenenza a due o più proprietari degli impianti e servizi in comune funzionali al miglior godimento degli immobili. A tal fine, è legittima la delibera che approva la ripartizione delle spese con cui il condomino delegato dagli altri comproprietari richiede al giudice l'emissione di un provvedimento monitorio.

Leggi dopo

Pagamento delle spese condominiali: l'obbligazione del comproprietario dell'immobile ha natura solidale

11 Agosto 2020 | di Katia Mascia

Trib. Salerno

Comproprietà dell’unità immobiliare

La pronuncia del Tribunale salernitano ribadisce un principio consolidato in giurisprudenza, secondo il quale i comproprietari di un appartamento sono debitori solidali, verso il condominio, per il pagamento degli oneri condominiali. Pertanto, l'amministratore condominiale può esigere da ciascuno di essi l'intero ammontare del debito, salvo il regresso del solvens nei confronti dei condebitori (altri comproprietari).

Leggi dopo

La locazione ultranovennale di una porzione di lastrico solare per l'installazione di un'antenna telefonica va approvata all'unanimità

10 Agosto 2020 | di Vito Amendolagine

Trib. Milano

Antenne e fotovoltaici singoli

La fattispecie decisa dal Tribunale milanese riguarda la dibattuta quaestio juris, risolta di recente dalle Sezioni Unite della Cassazione, concernente l'applicabilità della disposizione contenuta nel comma 3 dell'art. 1108 c.c. all'approvazione assembleare della stipula di un contratto di locazione ultranovennale relativo ad una porzione di lastrico solare di un edificio condominiale per l'installazione di un'antenna telefonica.

Leggi dopo

Azione gestoria illegale, partecipazione individuale alla relativa spesa comune e responsabilita' dell'amministratore e del condominio

05 Agosto 2020 | di Claudio Tedeschi

Amministratore (rappresentanza sostanziale)

Adìto dai condomini non favorevoli, il Tribunale di Salerno ha dichiarato l'insussistenza di loro obbligo a partecipare all'esborso per interventi edilizi che l'amministratore aveva intrapreso e proseguito nonostante la giudiziale sospensione dell'efficacia delle delibere assembleari che ne avevano deciso l'esecuzione, ravvisandone la responsabilità, in solido con il condominio, per i danni che l'apposizione e permanenza dei relativi impalcati avevano determinato al godimento delle abitazioni in proprietà solitaria, nonché del solo amministratore, personalmente interessato a tali opere anche perché condomino, per la mala gestio.

Leggi dopo

Pure ad avviso dei giudici della Consulta la sanatoria della morosità esige anche il pagamento delle spese processuali al locatore

04 Agosto 2020 | di Vito Amendolagine

Corte Cost

Morosità (sanatoria)

La fattispecie decisa dalla Corte costituzionale concerne la dichiarata infondatezza delle questioni di legittimità costituzionale sollevate dal giudice modenese riguardanti l'art. 55 della l. 27 luglio 1978, n. 392, in riferimento agli artt. 2, 3, comma 2, e 111 Cost., atteso che legittimamente il legislatore ha incluso le spese processuali nell'importo complessivo che il conduttore deve corrispondere nel termine stabilito dal giudice perché operi, in suo favore, la speciale sanatoria della morosità in sede giudiziale prevista dal citato art. 55, comma 5, nel contesto di un bilanciamento complessivo delle posizioni assunte dalle parti in causa.

Leggi dopo

Pagine