Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata su Condominio-consumatore

Condominio, foro del consumatore e domicilio elettivo

30 Ottobre 2020 | di Claudio Tedeschi

Trib. Milano

Condominio-consumatore

Il Tribunale di Milano, riconoscendone la qualità di “consumatore”, ha ritenuto validamente instaurato, poichè “domicilio elettivo” ai sensi dell'art. 33, comma 2, lett. u), del d.lgs. n. 206/2005, il giudizio che un fornitore aveva promosso, nei confronti di un condominio, per il conseguimento di corrispettivi di prestazioni dinanzi il giudice nel cui circondario era posto l'ufficio della società incaricata della sua amministrazione e non dove era situato lo stabile.

Leggi dopo

Il condominio può accedere al piano del consumatore in caso di sovraindebitamento?

29 Settembre 2020 | di Patrizia Petrelli

Trib. Bergamo

Condominio-consumatore

Il Tribunale di Bergamo ha escluso che il condominio, in stato di sovraindebitamento, possa accedere al piano del consumatore per mancanza del requisito soggettivo di “consumatore”, inteso dall'art. 6, comma 2, lett. b), della l. n. 3/2012 come “il debitore persona fisica che ha assunto obbligazioni esclusivamente per scopi estranei all'attività imprenditoriale o professionale eventualmente svolta”. Il condominio non può essere considerato un consumatore, in quanto non è riconducibile ad una “persona fisica”, neppure per il tramite dei condomini, anche alla luce dell'orientamento giurisprudenziale di legittimità che ha precisato in quali termini possa essere considerato consumatore, ai fini della legge sul sovraindebitamento, anche un imprenditore od un professionista, ma non ha certo allargato la definizione di “consumatore” fino a ricomprendervi il condominio che si configura piuttosto quale un ente collettivo.

Leggi dopo

La Corte di Giustizia dell’Unione Europea si pronuncia sull’applicabilità al condominio della disciplina consumeristica

09 Luglio 2020 | di Patrizia Petrelli

Corte giustizia UE

Condominio-consumatore

La Corte di Giustizia dell’Unione Europea, in una recentissima pronuncia, se, da un lato, ha ritenuto che il condominio, non essendo una persona fisica, non possa essere considerato consumatore alla luce della direttiva n. 93/13/CEE concernente le clausole abusive nei contratti stipulati con i consumatori, dall’altro, ha affermato che non si pone in contrasto con la predetta direttiva e con le finalità da essa perseguite di garantire un livello di protezione più elevato possibile per il consumatore, una giurisprudenza nazionale che interpreti la normativa di recepimento della medesima direttiva nel diritto interno in modo che le norme a tutela dei consumatori che essa contiene siano applicabili anche a un contratto concluso con un professionista da un “soggetto giuridico” quale il condominio nell’ordinamento italiano, anche se tale soggetto non rientri nell’ambito di applicazione della suddetta direttiva.

Leggi dopo

Rimessa la questione alla Corte di Giustizia dell'Unione Europea sull'applicabilità al condominio della disciplina consumeristica

21 Giugno 2019 | di Patrizia Petrelli

Trib. Milano

Condominio-consumatore

Il Tribunale di Milano, a fronte del dibattito se sia possibile configurare il condominio quale consumatore, con conseguente applicazione della disciplina contenuta del Codice del consumo...

Leggi dopo

La tutela del consumatore si applica ai contratti conclusi dal condominio

20 Luglio 2018 | di Vito Amendolagine

Trib. Napoli

Condominio-consumatore

La sentenza del Tribunale di Napoli si inserisce nel solco giurisprudenziale che riconosce al condominio la tutela apprestata dal codice del consumo nei contratti stipulati con fornitori di beni e servizi, con ogni conseguenza di legge in ordine alla sorte delle clausole negoziali...

Leggi dopo

Il condominio di un centro commerciale e lo status di consumatore

22 Gennaio 2018 | di Gennaro Guida

Trib. Massa

Condominio-consumatore

Il condominio di un centro commerciale, al fine di contrastare il decreto ingiuntivo della società di manutenzione degli impianti di scala mobile e di ascensore, eccepiva in via processuale l'incompetenza per territorio del giudice adìto, quale foro inderogabile stabilito da codice del consumo, in favore del foro convenzionale del Tribunale di Milano, previsto dall'art. 14 del contratto di manutenzione dei detti impianti. Con la sentenza annotata, il magistrato toscano, dovendo decidere...

Leggi dopo

Applicazione della disciplina di tutela del consumatore ai contratti condominiali

19 Settembre 2017 | di Ettore Ditta

Cass. civ.

Condominio-consumatore

La Corte di Cassazione, così come la giurisprudenza di merito, non ha dubbi nel ritenere applicabile anche al condominio la disciplina prevista a tutela...

Leggi dopo