Focus

Focus

Finalità e contenuti dell'ordine del giorno dell'assemblea

14 Settembre 2017 | di Alberto Celeste

Avviso di convocazione

Si esaminano le novità introdotte dalla Riforma della normativa condominiale, la quale prescrive espressamente che l'avviso di convocazione per l'assemblea condominiale contenga l'ordine del giorno, che questo sia «specifico» e che siano indicate quantomeno le coordinate spazio-temporali della relativa riunione, sostanzialmente codificando un principio già ampiamente acquisito in giurisprudenza, anche se la prassi registra ancora l'indicazione della voce «varie ed eventuali», nella quale le questioni che impongano una deliberazione potranno essere delibate ma giammai decise.

Leggi dopo

I procedimenti camerali in condominio e le spese di lite

13 Settembre 2017 | di Paolo Nasini

Procedimenti camerali in materia condominiale

Il procedimento di nomina o di revoca dell'amministratore di condominio anche quando si inserisce in una situazione di conflitto tra i condomini o tra alcuni condomini e l'amministratore ha natura di procedimento di volontaria giurisdizione e, pertanto, si sottrae all'applicabilità delle regole dettate dagli artt. 91 ss. c.p.c. in materia di spese processuali, le quali postulano l'identificabilità di una parte vittoriosa e di una parte soccombente in esito alla definizione di un conflitto di tipo contenzioso. Ne consegue che le spese relative al procedimento in oggetto devono rimanere a carico del soggetto che le abbia anticipate assumendo l'iniziativa giudiziaria e interloquendo nel procedimento.

Leggi dopo

Le mansioni e gli orari del portiere

12 Settembre 2017 | di Alberto Celeste

Portierato (servizio di)

Risultano molteplici e delicate le mansioni del portiere di uno stabile condominiale: deve provvedere alla vigilanza e alla custodia dell'edificio, alla distribuzione della corrispondenza, alle piccole riparazioni che non comportino qualifiche particolari, al controllo dei citofoni e degli ascensori, all'accensione e spegnimento della luce, all'apertura e chiusura del portone, alla pulizia di aree comuni; nell'àmbito della complessa classificazione che caratterizza ed individua i lavoratori che prestano servizio alle dipendenze del condominio, un dato di rilevante interesse riguarda la differenza, per l'orario lavorativo da rispettare, tra i portieri che usufruiscono o meno dell'alloggio di servizio, per i quali è contemplato un diverso impegno settimanale, ferma restando la reperibilità nei confronti dell'amministratore e dei condomini.

Leggi dopo

Effetti civilistici dell'obbligo di registrazione della locazione immobiliare

11 Settembre 2017 | di Marcello Sinisi, Fulvio Troncone

Registrazione del contratto di locazione

L'adempimento o meno dell'obbligo di registrazione del contratto di locazione ha indubbie ricadute in punto di validità e conseguente efficacia civilistica del relativo negozio. Sul punto di notevole rilievo è stato negli ultimi tempi il contributo offerto dalla giurisprudenza costituzionale e di legittimità, anche se tali arresti, tenuto anche conto della recente riforma dell'art. 13 della l. n. 431/1998, non sembrano aver risolto tutte le problematiche che quotidianamente si pongono nelle aule di giustizia.

Leggi dopo

Facoltà del conduttore di provvedere alle riparazioni urgenti e diritto al rimborso

08 Settembre 2017 | di Mauro Di Marzio

Riparazioni alla cosa locata

Dovendo il locatore eseguire nel corso del rapporto di locazione tutte le riparazioni necessarie a mantenere la cosa in buono stato locativo, eccettuate quelle di piccola manutenzione, il codice civile facoltizza il conduttore ad intervenire direttamente, in caso di inerzia del locatore, e di ripetere da questi la spesa sostenuta, a condizione che egli sia stato previamente avvisato. Diverse questioni si presentano in proposito, sia con riguardo alla latitudine della facoltà e dall'obbligo di avviso, sia con riguardo alla ripetizione della spesa sostenuta.

Leggi dopo

Disdetta e rinnovo tacito nelle locazioni non abitative

07 Settembre 2017 | di Riccardo Redivo

l. 27 luglio 1978, n. 392

Diniego di rinnovazione (locazione ad uso diverso)

Nella disciplina dei contratti di locazione ad uso non abitativo, un argomento rilevante concerne la facoltà per il locatore di negare, alla prima scadenza contrattuale, il rinnovo del rapporto, invocando i motivi specifici e tassativi di cui alla l. n. 392/1978. Per garantire il corretto effetto finale del diniego di rinnovo sono determinanti le modalità con cui si procede alla disdetta anticipata del rapporto contrattuale, soprattutto con riferimento alla tempestività della comunicazione; non meno importanti, poi, i temi della rinnovazione tacita del rapporto, dei motivi di diniego e delle sanzioni previste a carico del locatore che neghi il rinnovo alla prima scadenza e poi non adibisca entro sei mesi l'immobile all'uso indicato nella disdetta comunicata all'inquilino.

Leggi dopo

Efficacia ex nunc della sentenza di revisione delle tabelle millesimali errate

06 Settembre 2017 | di Alberto Celeste

Tabelle millesimali (profili processuali)

Una rilevante questione processuale concernente le tabelle millesimali riguarda gli effetti della sentenza conclusiva del giudizio di revisione delle tabelle millesimali, anche se oramai la giurisprudenza di legittimità si sta orientando (discutibilmente) nel senso che la revisione giudiziale delle stesse tabelle spieghi i suoi effetti solo dal passaggio in giudicato della relativa sentenza e, pertanto, operi - non ex tunc, ossia dal momento della domanda introduttiva del giudizio oppure dal momento della commissione dell'errore originario o dalla sopravvenuta opera edilizia, bensì - ex nunc, ossia per quanto concerne la successiva gestione del condominio.

Leggi dopo

Opposizione a decreto ingiuntivo e impugnativa della delibera assembleare

01 Settembre 2017 | di Claudio Tedeschi

Riscossione dei contributi condominiali

Si affronta la tematica, di frequente ricorrenza nella prassi condominiale e giudiziaria, dei rapporti tra decreto ingiuntivo chiesto ed ottenuto dall'amministratore per la riscossione dei contributi condominiali ai sensi dell'art. 63 disp. att. c.c. e impugnativa della delibera assembleare in forza della quale l'ingiunzione é stata emessa, analizzando, alla luce dei recenti arresti del giudice di legittimità, i relativi profili di possibile interferenza e le forme di tutela per il condomino destinatario dell'ingiunzione.

Leggi dopo

La ripartizione delle spese del servizio di portierato

31 Agosto 2017 | di Alberto Celeste

Portierato (servizio di)

Il servizio di portierato ha coinvolto spesso le aule giudiziarie per quanto concerne la problematica relativa al riparto delle relative spese; se si conviene che le spese per l'attività svolta dal portiere, in quanto resa nei confronti di tutti i condomini, debbano essere suddivise in base ai millesimi di proprietà, una questione di rilievo concerne l'imputazione delle spese di portierato anche a carico dei proprietari di unità immobiliari che abbiano un accesso autonomo dalla via pubblica e, quindi, non dall'androne comune in cui sono situati i locali della portineria.

Leggi dopo

Carenza iniziale o venir meno dei requisiti necessari per lo svolgimento dell'attività di amministratore

30 Agosto 2017 | di Vincenzo Nasini

Trib. Padova
d.m. 140/2014

Amministratore (requisiti e incompatibilità)

La recente decisione del Tribunale di Padova del 24 marzo 2017, n. 818 affronta il problema relativo alle conseguenze del mancato assolvimento da parte dell'amministratore dell'obbligo di formazione periodica; ciò offre lo spunto per alcuni approfondimenti in ordine alla disciplina contenuta nel d.m. n.140/2014, analizzando le diverse ipotesi di mancanza in capo all'amministratore dei requisiti sia morali che professionali richiesti dalla normativa vigente per lo svolgimento dell'incarico.

Leggi dopo

Pagine