Focus

Focus

La cessione o sublocazione della locazione in corso di rapporto

25 Settembre 2017 | di Ladislao Kowalski


Durata locazione (uso non abitativo)

Analizziamo la possibilità di mutamento della figura del conduttore nelle locazioni ad uso diverso. Ciò a seguito della cessione o dell'affitto dell'azienda esercitata all'interno dei locali oggetto di rapporto. La materia è regolata specificatamente dall'art. 36 della l. n. 392/1978.

Leggi dopo

Stalking “condominiale” nei confronti di una coppia omosessuale

22 Settembre 2017 | di Giacomo Ferrando

Trib. Torino

Responsabilità penale dei condomini

La sentenza del tribunale torinese si sofferma su una particolare forma di stalking, quella posta in essere nei confronti di una coppia di persone omosessuali; l'arresto ribadisce i percorsi ermeneutici della Corte della legittimità in subiecta materia soffermandosi in particolar modo sulla valutazione della prova testimoniale in questa tipologia di procedimenti.

Leggi dopo

Il diritto del conduttore alla garanzia per le molestie di terzi

21 Settembre 2017 | di Giorgio Grasselli



Conduttore (diritti)

La garanzia di pacifico godimento dell'immobile locato, dovuta al conduttore, si ramifica in due sottospecie: la garanzia per le molestie di fatto e la garanzia per le molestie di diritto; questa suddivisione interferisce notevolmente nella sfera del vivere quotidiano del conduttore, perché, mentre per le molestie di diritto il conduttore è garantito, non così è per le molestie di fatto; tuttavia, vi è da dire che ciò che desta perplessità, e che vorremmo chiarire, è proprio conoscere con esattezza cosa deve intendersi per molestia, raffrontando le divergenze interpretative che hanno dato luogo a giudicati contrastanti.

Leggi dopo

Vicende familiari e locazione

20 Settembre 2017 | di Aldo Ferrari

Successione nel contratto di locazione

Il contratto di locazione si interseca con la vita familiare, nelle sue varie accezioni, e la relativa disciplina prende quindi in considerazione tali vicende per regolarne l'impatto sul rapporto locativo. Il fine precipuo delle norme che regolano la materia è di assicurare, per quanto possibile, la tutela del «bene casa» per i membri del nucleo familiare e, per certi versi, la tutela del lavoro che si svolge nel locale commerciale. La ratio così individuata cerca di contemperare i suddetti interessi con quello del locatore e dei vari membri del nucleo familiare laddove le loro posizioni confliggano.

Leggi dopo

Il sottile discrimen tra innovazioni e mutamenti delle destinazioni d'uso dei beni condominiali

18 Settembre 2017 | di Cesare Trapuzzano

Innovazioni ordinarie e agevolate

La novella di cui alla l. 11 dicembre 2012, n. 220, che ha introdotto gli artt. 1117-ter e 1117-quater c.c., ha previsto un'apposita disciplina per l'attuazione delle modifiche delle destinazioni d'uso e per la tutela di dette destinazioni. Pertanto, l'assetto innovato della materia esige una netta distinzione dalle innovazioni, atteso il regime specificamente delineato dal legislatore con riferimento alle maggioranze prescritte, agli oneri di convocazione, ai requisiti della deliberazione e ai limiti dei mutamenti delle destinazioni d'uso. Tale quadro normativo è del tutto autonomo da quello previsto per l'esecuzione delle innovazioni, sicché si impone una definizione a sé stante e un'analisi separata delle due ipotesi.

Leggi dopo

Il diritto di riscatto a seguito della mancata comunicazione della prelazione

15 Settembre 2017 | di Augusto Cirla

Prelazione

Il conduttore di un immobile adibito ad uso diverso da quello di abitazione ha il diritto di riscattare l'immobile venduto a terzi in caso di inosservanza da parte del locatore dell'obbligo di preventivamente informarlo della propria volontà di cedere a titolo oneroso il bene locato oppure nel caso in cui lo abbia venduto a condizioni diverse da quelle comunicate. Trattasi di una tutela di natura reale in quanto il diritto di prelazione violato viene realizzato in forma specifica con la sostituzione del retraente nella posizione giuridica del retrattato. Il diritto di riscatto deve essere esercitato, a pena di decadenza, entro sei mesi dalla trascrizione dell'atto della compravendita.

Leggi dopo

Finalità e contenuti dell'ordine del giorno dell'assemblea

14 Settembre 2017 | di Alberto Celeste

Avviso di convocazione

Si esaminano le novità introdotte dalla Riforma della normativa condominiale, la quale prescrive espressamente che l'avviso di convocazione per l'assemblea condominiale contenga l'ordine del giorno, che questo sia «specifico» e che siano indicate quantomeno le coordinate spazio-temporali della relativa riunione, sostanzialmente codificando un principio già ampiamente acquisito in giurisprudenza, anche se la prassi registra ancora l'indicazione della voce «varie ed eventuali», nella quale le questioni che impongano una deliberazione potranno essere delibate ma giammai decise.

Leggi dopo

I procedimenti camerali in condominio e le spese di lite

13 Settembre 2017 | di Paolo Nasini

Procedimenti camerali in materia condominiale

Il procedimento di nomina o di revoca dell'amministratore di condominio anche quando si inserisce in una situazione di conflitto tra i condomini o tra alcuni condomini e l'amministratore ha natura di procedimento di volontaria giurisdizione e, pertanto, si sottrae all'applicabilità delle regole dettate dagli artt. 91 ss. c.p.c. in materia di spese processuali, le quali postulano l'identificabilità di una parte vittoriosa e di una parte soccombente in esito alla definizione di un conflitto di tipo contenzioso. Ne consegue che le spese relative al procedimento in oggetto devono rimanere a carico del soggetto che le abbia anticipate assumendo l'iniziativa giudiziaria e interloquendo nel procedimento.

Leggi dopo

Le mansioni e gli orari del portiere

12 Settembre 2017 | di Alberto Celeste

Portierato (servizio di)

Risultano molteplici e delicate le mansioni del portiere di uno stabile condominiale: deve provvedere alla vigilanza e alla custodia dell'edificio, alla distribuzione della corrispondenza, alle piccole riparazioni che non comportino qualifiche particolari, al controllo dei citofoni e degli ascensori, all'accensione e spegnimento della luce, all'apertura e chiusura del portone, alla pulizia di aree comuni; nell'àmbito della complessa classificazione che caratterizza ed individua i lavoratori che prestano servizio alle dipendenze del condominio, un dato di rilevante interesse riguarda la differenza, per l'orario lavorativo da rispettare, tra i portieri che usufruiscono o meno dell'alloggio di servizio, per i quali è contemplato un diverso impegno settimanale, ferma restando la reperibilità nei confronti dell'amministratore e dei condomini.

Leggi dopo

Effetti civilistici dell'obbligo di registrazione della locazione immobiliare

11 Settembre 2017 | di Marcello Sinisi, Fulvio Troncone

Registrazione del contratto di locazione

L'adempimento o meno dell'obbligo di registrazione del contratto di locazione ha indubbie ricadute in punto di validità e conseguente efficacia civilistica del relativo negozio. Sul punto di notevole rilievo è stato negli ultimi tempi il contributo offerto dalla giurisprudenza costituzionale e di legittimità, anche se tali arresti, tenuto anche conto della recente riforma dell'art. 13 della l. n. 431/1998, non sembrano aver risolto tutte le problematiche che quotidianamente si pongono nelle aule di giustizia.

Leggi dopo

Pagine