Focus

Focus su Durata locazione (uso non abitativo)

I contratti atipici diversi dalla locazione: coworking e service

11 Dicembre 2019 | di Maurizio Tarantino

Durata locazione (uso non abitativo)

Il mutamento del contesto economico e delle scelte low cost ha portato i vari addetti del settore a pensare a nuove tipologie contrattuali dotate di maggiore flessibilità. Il contratto di service e il contratto di coworking sono un'evoluzione del contratto di locazione e sono la risposta alle esigenze del nuovo mercato. In tali fattispecie, la fruizione del servizio non è una mera prestazione accessoria, ma assume un ruolo prevalente rispetto all'utilizzo del bene immobile. In questo caso, l'oggetto del contratto è, dunque, un servizio a prestazione complessa e la scelta della tipologia contrattuale con la quale disciplinare l'accordo tra le parti diviene importante. Difatti, gli elementi di rigidità che contraddistinguono il contratto di locazione ad uso commerciale (durata minima, recesso per gravi motivi, avviamento), spesso mal si conciliano con le esigenze del nuovo contesto economico che porta i vari operatori a scegliere soluzioni che non comportino vincoli duraturi nel tempo. La prassi, dunque, ha sviluppato nuovi schemi che sono un'alternativa a quelli vincolistici previsti dal legislatore e che si collocano in un settore lasciato alla libera autonomia delle parti.

Leggi dopo

La cessione o sublocazione della locazione in corso di rapporto

25 Settembre 2017 | di Ladislao Kowalski

Durata locazione (uso non abitativo)

Analizziamo la possibilità di mutamento della figura del conduttore nelle locazioni ad uso diverso. Ciò a seguito della cessione o dell'affitto dell'azienda esercitata all'interno dei locali oggetto di rapporto. La materia è regolata specificatamente dall'art. 36 della l. n. 392/1978.

Leggi dopo