Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito

Disciplina applicabile agli edifici con servizi e impianti comuni

07 Giugno 2018 | di Redazione scientifica

App. Roma

Parti comuni (relazione di accessorietà)

Nel caso di pluralità di edifici, costituiti in distinti condominii, ma compresi in una più ampia organizzazione condominiale, essendo legati da cose, impianti e servizi comuni in rapporto di accessorietà con i fabbricati, si applicano a dette cose...

Leggi dopo

Illegittima occupazione di immobile e risarcimento del danno

04 Giugno 2018 | di Redazione scientifica

Trib. Salerno

Occupazione abusiva

In tema di domanda risarcitoria per illegittima occupazione di immobile, deve ritenersi mancante la prova di un danno effettivo: tale danno, infatti, non può ritenersi in re ipsa...

Leggi dopo

Quando l’amministratore uscente può ricorrere all’autorità giudiziaria per la nomina del nuovo amministratore

30 Maggio 2018 | di Redazione scientifica

Trib. Catania

Amministratore (nomina giudiziale)

In caso di condominio con più di otto condomini, se l’assemblea non provvede alla nomina di nuovo amministratore per mancato raggiungimento del quorum...

Leggi dopo

L’atto costitutivo del condominio prova la riserva di proprietà

25 Maggio 2018 | di Redazione scientifica

App. Milano

Parti comuni (presunzione e titolo contrario)

Per superare la presunzione di comunione ex art. 1117 c.c., occorre far riferimento all’atto costitutivo del condominio, vale a dire al primo atto di trasferimento di un’unità immobiliare dall’originario unico proprietario ad altro soggetto, e verificare se da esso emerga o meno l’inequivoca volontà delle parti di riservare...

Leggi dopo

Spetta al conduttore la prova dell’avvenuto pagamento del canone

22 Maggio 2018 | di Redazione scientifica

Morosità (inadempimento)

In caso di inadempienza nel pagamento del canone di locazione, sul locatore incombe l’onere della prova della locazione e del canone pattuito, mentre spetta al conduttore la prova dell’avvenuto pagamento del canone, in quanto in carenza di tale prova si ritiene che...

Leggi dopo

Annullabile la delibera sulla nomina dell’amministratore giudizialmente revocato

18 Maggio 2018 | di Redazione scientifica

App. Torino

Vizi delle delibere assembleari (nullità/annullabilità)

La violazione da parte dell’assemblea condominiale dell’art. 1129, co. 13 c.c. nell’adozione di delibera riguardante la nomina dell’amministratore precedentemente revocato mediante provvedimento giudiziario, deve essere...

Leggi dopo

Litisconsorzio necessario tra tutti i condomini in caso di impugnazione delle tabelle millesimali

14 Maggio 2018 | di Redazione scientifica

Trib. Nocera Inferiore

Tabelle millesimali (profili processuali)

Nel caso di domanda diretta ad impugnare le tabelle millesimali e non la sola delibera di approvazione delle stesse, stante la diretta incidenza sui diritti e conseguenti obblighi dei condomini, deve ravvisarsi...

Leggi dopo

La domanda di mediazione impedisce la decadenza del termine d’impugnazione dalla sua comunicazione al condominio

09 Maggio 2018 | di Redazione scientifica

Trib. Savona

Mediazione obbligatoria (condominio)

Ai sensi dell’art. 5 d.lgs. 28/2010 la proposizione della domanda di mediazione impedisce la decadenza del termine di impugnazione...

Leggi dopo

Immobile soggetto a sequestro e obblighi del conduttore moroso

04 Maggio 2018 | di Redazione scientifica

Trib. Roma

Morosità (inadempimento)

Nel caso in cui l’immobile di proprietà di società in liquidazione è stato sottoposto a sequestro preventivo e il curatore non abbia presentato alcuna istanza di riesame di tale misura, la conduttrice dell’immobile, la quale risulta inadempiente...

Leggi dopo

Restituzione in favore dell’usufruttuario dei canoni di locazione ingiustamente percepiti

30 Aprile 2018 | di Redazione scientifica

Trib. Gorizia

Usufrutto (locazione)

La causa di sospensione della prescrizione, prevista dall’art. 2941 n. 8 c.c. nel caso di occultamento doloso del credito da parte del debitore, opera solo nel caso in cui l’impossibilità di far valere il diritto del creditore derivi da cause giuridiche che ostacolino l’esercizio del diritto, ma non comprende anche gli impedimenti...

Leggi dopo

Pagine