News

Tutte le novità sul bonus casa 2018

L'approvazione della Legge di Bilancio 2018 è intervenuta sulle detrazioni per la casa, tante le novità ma anche tante le conferme sulle agevolazioni spettanti ai contribuenti. 

 

Detrazione del 65%. È prevista una detrazione fiscale pari al 65% per gli interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione di efficienza almeno pari alla classe A di prodotto e contestuale installazione di sistemi di termoregolazione evoluti, appartenenti alle classi V, VI oppure VIII, o con impianti dotati di apparecchi ibridi, costituiti da pompa di calore integrata con caldaia a condensazione, assemblati in fabbrica ed espressamente concepiti dal fabbricante per funzionare in abbinamento tra loro, o per le spese sostenute all’acquisto e posa in opera di generatori d’aria calda a condensazione.

La detrazione è altresì prevista per le spese sostenute, a partire dal primo gennaio 2018 e fino al 31 dicembre 2018, per l’acquisto e la posa in opera di micro-cogeneratori in sostituzione di quelli esistenti, fino ad un valore massimo di 100000 euro. 

 

Riduzione ed esclusione della detrazione. La detrazione si riduce al 50% per le spese sostenute a partire dal primo gennaio 2018 e riguardanti:

  • gli interventi di acquisto e posa in opera di finestre comprensive di infissi e di schermature solari ;
  • gli interventi di acquisto e posa in opera di impianti di climatizzazione invernale con impianti alimentati a biomasse combustibili, fino a un valore massimo di detrazione pari a 30000 euro.
  • gli interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione con efficienza almeno pari alla classe A di prodotto. Mentre per la sostituzione degli impianti di climatizzazione con impianti dotai di caldaie a condensazione con una classe energetica inferiore alla A non è prevista alcuna detrazione

Per poter beneficiare della suddetta detrazione è necessario che gli interventi comportino un risparmio di energia primaria pari almeno al 20%.

 

Bonus mobili. Confermata per tutto il 2018 la detrazione pari al 50% per le spese relative all’acquisto di mobili ed elettrodomestici di classe A+, a condizione che siano stati iniziati lavori di ristrutturazione sull’immobile nell’anno precedente. Difatti per gli interventi iniziati nel 2017 e proseguiti nel 2018 l’ammontare massimo di spesa complessiva è pari a 10000 da calcolarsi al netto delle spese sostenute nel 2017 per le quali si è avuta detrazione. 

 

Sisma bonus. Per gli interventi di riqualificazione energetica e riduzione del rischio sismico, effettuati sulle parti comuni di edifici appartenenti alle zone sismiche 1,2,3, è prevista una detrazione pari a:

  • 80% se gli interventi determinino il passaggio ad una classe di rischio minore;
  • 85% se gli interventi determinino il passaggio ad due classe di rischio minore

La detrazione viene ripartita in dieci quote annuali su un ammontare di spesa non superiore a 136000 euro moltiplicato per il numero delle unità immobiliari del condominio.

 

Verde comune. Solo per il 2018 per le spese relative alla «sistemazione del verde» e alla realizzazione di giardini pensili e coperture a verde è prevista una detrazione pari al 36%, fino ad un ammontare pari a 5000 euro per unità immobiliare ad uso abitativo.

La detrazione spetta al singolo condomino, nel limite della quota a lui imputabile anche per le opere eseguite su parti comuni ex artt. 1117 e 1117 bis c.c., fino ad un importo massimo complessivo di 5000 euro per unità immobiliare ad uso abitativo, a condizione che il condomino abbia versato la relativa somma al condominio entro i termini di presentazione della dichiarazione dei redditi. 

Leggi dopo