Homepage

Quesiti Operativi Quesiti Operativi

Rimborso delle anticipate spese di gestione solo in caso di urgenza

06 Marzo 2018 | di Cesare Trapuzzano

Spese anticipate dal condomino

È ammissibile che il condomino che abbia assunto la gestione delle parti comuni di propria iniziativa, senza autorizzazione dell'amministratore o dell'assemblea, abbia diritto al rimborso delle spese sostenute?

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Responsabilità del comune in caso di immissioni sonore provenienti dalla strada pubblica

06 Marzo 2018 | di Paolo Gatto

Trib. Brescia

Immissioni

Il Comune quale proprietario della strada è tenuto ad adottare misure idonee dirette ad evitare che una moltitudine di persone, alcune delle quali in stato di alterazione per assunzione di bevande alcoliche, possa intrattenersi sulla pubblica via, anche oltre l'ora di chiusura dei locali, ponendo in essere vociare e schiamazzi...

Leggi dopo
Schede tecniche Schede tecniche

L’indagine diagnostica sull’edificio

05 Marzo 2018 | di Gian Luigi Pirovano

Manutenzione (ordinaria e straordinaria)

L’indagine sulle patologie di degrado è il presupposto fondamentale per definire le cause che lo hanno prodotto e stabilire conseguentemente i corretti cicli d’intervento per la loro sistemazione. Le modalità d’indagine possono essere condotte con semplici modalità (visiva, con un semplice martello e chiodo) o con attrezzature più o meno sofisticate, ma in ogni caso con strumentazioni facilmente utilizzabili in cantiere in quanto di peso e dimensioni contenute. Buona parte di queste attrezzature è conforme a specifiche normative e il loro utilizzo permetterà di effettuare un’indagine completa sull’edificio con molte delle verifiche e delle rilevazioni eseguite direttamente in situ ed altre da perfezionare in laboratorio...

Leggi dopo
La Bussola LA BUSSOLA

Uso transitorio (studenti, turisti)

05 Marzo 2018 | di Giorgio Grasselli

La durata minima del contratto di locazione, fu un problema che il legislatore del codice civile, nemmeno si pose, ritenendo sufficiente stabilire una durata massima - per tutta la vita dell'inquilino e due anni dopo la sua morte - per le case di abitazione (art. 1419 c.c.), e per un tempo non eccedente i trent'anni, per le restanti tipologie (locazioni ad uso diverso, locazioni di cose mobili, ecc.) art. 1573 c.c.. Di seguito, arrivando all'attuale legislazione vincolistica, resa indifferibile a causa della penuria di alloggi e alla forte domanda rispetto ad un'offerta modesta, il legislatore ritenne di dover intervenire per fissare una durata minima, non inferiore a quattro anni per le locazioni abitative, sei anni per quelle ad uso diverso, nove anni per le locazioni alberghiere, tuttavia...

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Consiglio di condominio: limiti ai poteri e all'impugnativa delle delibere

02 Marzo 2018 | di Adriana Nicoletti

App. Torino

Consiglio di condominio

Il consiglio dei condomini, introdotto nelle norme del condominio dall'art. 1130-bis c.c., è un organo consultivo e di controllo dell'operato dell'amministratore. Le sue funzioni sono determinate per legge, anche se un regolamento di tipo contrattuale (ovvero convenzionale se approvato o modificato dal consenso unanime) può estendere le attribuzioni del consiglio ad altre attività. La Corte d'Appello di Torino è stata chiamata a decidere su di un caso peculiare che non sembra avere precedenti...

Leggi dopo
Quesiti Operativi Quesiti Operativi

Costituzione del fondo speciale per opere straordinarie senza la corrispettiva approvazione dei lavori in assemblea

02 Marzo 2018 | di Vito Amendolagine


Fondo speciale

Può ritenersi legittima l’approvazione della delibera che prevede la costituzione di un fondo speciale per opere straordinarie senza la corrispettiva approvazione dei lavori che nel determinarne la spesa ne giustifichi l’accantonamento?

Leggi dopo
News News

Il singolo condomino contrapposto in giudizio al proprio Condominio non concorre al pagamento delle spese legali

02 Marzo 2018 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Spese (criteri generali di ripartizione)

È invalida la deliberazione dell'assemblea che, all'esito di un giudizio che abbia visto contrapposti il Condominio ed un singolo condomino, disponga anche a carico di quest'ultimo, "pro quota", il pagamento delle spese sostenute dallo stesso Condominio per il compenso del difensore nominato in tale processo

Leggi dopo
News News

Dichiarazione precompilata: scadenza prorogata al 9 marzo

01 Marzo 2018 | di Redazione scientifica

Adempimenti fiscali dell'amministratore

Fissata al 9 marzo 2018 la nuova scadenza del termine per la comunicazione all’anagrafe tributaria dei dati riguardanti gli interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica, interventi effettuati su parti comuni di edifici residenziali ai fini della elaborazione della dichiarazione dei redditi precompilata 2018...

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

La trasformazione di una parte del tetto condominiale in terrazza ad uso esclusivo di un singolo condomino

01 Marzo 2018 | di Giuseppe Bordolli

Cass. civ.

Tetto

Attraverso una rilettura delle applicazioni dell'istituto di cui all'art. 1102 c.c. in modo più favorevole alle esigenze abitative dei partecipanti al condominio, una recente sentenza della Cassazione, in contrasto con l’orientamento giurisprudenziale precedente aderisce alla diversa opinione secondo cui il condomino...

Leggi dopo
La Bussola LA BUSSOLA

Regolamento di formazione giudiziale

01 Marzo 2018 | di Ferdinando Della Corte

Di regola, l'organo legittimato alla formazione del regolamento è l'assemblea dei condomini, come è confermato indirettamente dal fatto che il comma 3 dell'art. 1138 c.c. richiama la maggioranza dell'art. 1136, comma 2, c.c.; tuttavia, al contempo, si contempla la possibilità, in capo a ciascun condomino, di agire in tal senso, in quanto il precedente comma 2 prevede che «ciascun condomino può prendere l'iniziativa per la formazione del regolamento di condominio»; anche se tale iniziativa risulta poco coltivata nella prassi, è interessante verificare se il giudice possa contribuire, ed eventualmente entro quali confini e con quali modalità, alla formazione del regolamento di condominio.

Leggi dopo

Pagine