Homepage

Quesiti Operativi Quesiti Operativi

Cessione del contratto di locazione ad uso diverso dall'abitativo

05 Dicembre 2017 | di Aldo Ferrari


Cessione del contratto di locazione

Può il conduttore, che ha preso in locazione un immobile adibito a negozio, il quale intende cedere l'azienda con cui lo gestisce, cedere anche il contratto di locazione?

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Risoluzione per inadempimento del contratto di locazione ad uso diverso per reiterati ritardi nel versamento del canone

05 Dicembre 2017 | di Nicola Frivoli

Trib. Milano

Morosità (inadempimento)

Il giudicante è stato chiamato ad accertare e dichiarare la risoluzione per grave inadempimento del conduttore in un contratto di locazione ad uso diverso, in applicazione del combinato disposto degli artt. 1453 e 1455 c.c., alla luce dei pagamenti ritardati da parte dell'obbligato, nonostante...

Leggi dopo
Casi e sentenze di merito Casi e sentenze di merito

Ai creditori insoddisfatti devono essere comunicati i dati dei condomini morosi

05 Dicembre 2017 | di Redazione scientifica

Trib. Torre Annunziata

Amministratore (attribuzioni)

Ai sensi dell’art 63 disp.att., cod., civ., il condominio - e per esso il suo amministratore - ha l’obbligo di comunicare al proprio creditore insoddisfatto i dati...

Leggi dopo
News News

È legittimo installare pannelli fotovoltaici sul tetto dell’edificio?

04 Dicembre 2017 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Tetto

Il condomino che intenda installare pannelli fotovoltaici sul tetto dell’edificio deve fornire al condominio gli elementi necessari per poter qualificare l’intervento e valutarne la legittimità.

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Applicabilità degli artt. 5 e 55 della l. n. 392/1978 anche ai contratti ad uso diverso dall'abitazione?

04 Dicembre 2017 | di Giorgio Grasselli

Cass. civ.

Morosità (inadempimento)

Negli anni l'orientamento giurisprudenziale in merito all'applicabilità dell'artt. 5 e 55 l. 392/1978 anche alle locazioni ad uso diverso dall'abitazione, non è stato sempre univoco, a dirimere i contrasti interviene la Cassazione a Sezioni Unite (Cass. civ., sez. un., 28 aprile 1999, n. 272) escludendo l'applicabilità dell'art. 55 della l. n. 392/78...

Leggi dopo
La Bussola LA BUSSOLA

Forma (contratto di locazione)

04 Dicembre 2017 | di Roberta Nardone

La locazione è un contratto non formale. Le eccezioni a detto principio sono previste dal codice civile (locazioni ultranovennali) e dalle legislazione speciali (locazioni abitative), cui si aggiungono le locazioni stipulate dalla pubblica amministrazione. Le parti possono pattuire forme convenzionali. La nullità (ad substantiam) conseguente alla violazione della prescrizione formale è rilevabile d'ufficio. Le conseguenze della stipula di un contratto invalido per difetto di forma scritta si riflettono sia sulle azioni esperibili sia sulle prestazioni delle parti.

Leggi dopo
News News

Uso esclusivo su parti comuni dell’edificio a favore di singole unità immobiliari e trasferibilità agli aventi causa

01 Dicembre 2017 | di Alberto Celeste

Cass. civ.

Abitazione e uso

La fattispecie sostanziale registrava la presenza di un condominio che era stato costituito per effetto di una vendita per atto notarile del 1983, con cui il proprietario dell'intero edificio aveva alienato ad una società alcune unità immobiliari e, tra queste...

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

La domanda di mediazione impedisce la decadenza dal momento della comunicazione alle altre parti

01 Dicembre 2017 | di Maurizio Tarantino

Trib. Parma

Mediazione obbligatoria (condominio)

Chiamato ad accertare la validità di una delibera assembleare, il tribunale di Parma, ritenendo la domanda tardiva, ha sottolineato che l'impugnazione (che dovrà essere preceduta da un tentativo di conciliazione) si propone con un atto di citazione davanti al giudice civile entro 30 giorni dalla delibera o dalla comunicazione della stessa ai condomini assenti. Quanto alla procedibilità dell’azione...

Leggi dopo
La Bussola LA BUSSOLA

Conflitto di interessi

01 Dicembre 2017 | di Ettore Ditta

Anche in relazione al conflitto di interessi in cui un condomino può ricadere con riferimento ad una delibera assembleare, la disciplina condominiale non contiene una previsione specifica e, per questo motivo, per lungo tempo, facendo applicazione per analogia della disciplina dettata nel settore societario, è stato deciso che nel computo delle maggioranze non si può tenere conto del voto del condomino in conflitto di interessi. Ma, dopo la modifica dell'art. 2373 c.c., si cominciano a registrare decisioni che contrastano con l'orientamento prevalente e secondo cui il condomino in conflitto di interessi ha la possibilità di astenersi nelle votazioni, ma non è obbligato a farlo.

Leggi dopo
News News

Augurare una disgrazia all'amministratore non è reato

30 Novembre 2017 | di Luigi Salciarini

Cass. civ.

Responsabilità penale dei condomini

Il male ingiusto augurato all'amministratore di condominio o il preannunciargli che «gliela si farà pagare» non costituisce reato.

Leggi dopo

Pagine