Homepage

Focus Focus

Strumenti di garanzia nella locazione: le alternative al deposito cauzionale

20 Dicembre 2017 | di Roberta Nardone


Deposito cauzionale

Il deposito cauzionale è la più comune, nonché peculiare della locazione, forma di garanzia degli obblighi, legali e convenzionali, gravanti sul conduttore in ambito locatizio riconducibile alla categoria delle c.d. “garanzie idonee” menzionate dall'art.1608 c.c. Nella pratica è sempre più avvertita, tuttavia, l'esigenza di reperire garanzie più adeguate che impegnino non solo la persona del conduttore ma che estendano alla garanzia di un terzo le obbligazioni contrattuali del conduttore.

Leggi dopo
Casi e sentenze di merito Casi e sentenze di merito

L'omessa presentazione del rendiconto condominiale nel termine di legge e le conseguenze per l’amministratore

19 Dicembre 2017 | di Redazione scientifica

Trib. Roma

Amministratore (revoca giudiziale)

L’amministratore che omette di presentare il rendiconto condominiale nel termine di legge, viola il combinato disposto di cui agli artt. 1713, secondo comma, 1129 e 1130 c.c., norme che pongono una inderogabile dimensione annuale della gestione condominiale; tale scadenza garantisce...

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Lavori di manutenzione straordinaria: fondo speciale e finanziamento bancario

19 Dicembre 2017 | di Adriana Nicoletti

Trib. Roma

Fondo speciale

Il Tribunale di Roma ha affrontato una singolare questione legata alle conseguenze della stipula, da parte di un condominio, per mano del proprio amministratore e su mandato dell'ente stesso, di un contratto di mutuo bancario ipotecario legato alla delibera concernente importanti lavori di natura straordinaria effettuati sullo stabile. Detto contratto, oggetto di delibera dichiarata nulla dal giudice capitolino, avrebbe dovuto sostituire il fondo speciale obbligatorio...

Leggi dopo
La Bussola LA BUSSOLA

Reintegrazione (azione di)

19 Dicembre 2017 | di Cesare Trapuzzano

L'azione di reintegrazione o spoglio è contemplata dal legislatore a difesa del possesso avverso condotte lesive del potere di fatto sulla res che determinino la radicale privazione di tale situazione di fatto ovvero importino l'impedimento materiale alla relativa esplicazione.Il recupero del bene attraverso l'esperimento di detta azione postula che sia integrato lo spoglio nella sua componente oggettiva e soggettiva e che l'azione sia debitamente esercitata verso gli autori materiali o morali del contegno lesivo entro il termine di decadenza annuale decorrente dalla perpetrazione dello spoglio violento ovvero dalla scoperta dello spoglio clandestino. Per converso, la tutela apprestata al possessore nei confronti dello spoglio semplice esige la ricorrenza delle condizioni prescritte per l'azione di manutenzione.

Leggi dopo
News News

Parcheggiare l’auto in modo da impedire al guidatore di altra vettura di uscire dall’abitacolo costituisce violenza privata

18 Dicembre 2017 | di Luigi Salciarini

Cass. pen.

Parcheggi esterni

A volte non c’è la consapevolezza nell’automobilista che alcuni comportamenti, quanto meno prepotenti, possono rientrare nell’applicazione del diritto penale e comportare anche una formale condanna (nella specie, per violenza privata).

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

È consentito collegare il lastrico in uso esclusivo al sottostante appartamento?

18 Dicembre 2017 | di Alberto Celeste

Cass. civ.

Proprietà esclusive (opere)

Dovendo decidere in ordine alla legittimità dell'apertura, realizzata da un condomino, per mettere in collegamento il lastrico solare in uso esclusivo e il sottostante appartamento, la Suprema Corte ha sottolineato che il solo fatto di un intervento sul bene comune, segnatamente con l'eliminazione di alcune travi, non ne determina necessariamente la sua alterazione, dovendosi invece...

Leggi dopo
La Bussola LA BUSSOLA

Balconi

18 Dicembre 2017 | di Pier Paolo Capponi

Il balcone, chiamato anche poggiolo, è una sporgenza della facciata di un edificio munita di ringhiera o di parapetto, differisce dalla terrazza in quanto il balcone rappresenta un elemento aggiunto al corpo principale dell'edificio, che sporge, appunto, dal filo della sua superficie, mentre la terrazza è inclusa in esso. Prima dell'ingresso della tecnologia del cemento armato, il balcone era sorretto da mensole in legno o in pietra. Negli edifici, tuttavia, sono a volte presenti quelli “a castello” che consistono nei balconi incassati nel perimetro dei muri portanti. Molti sono gli aspetti riguardanti tali elementi del fabbricato, con problematiche che vanno dall'individuazione della proprietà, alla ripartizione delle spese, alla tutela del decoro.

Leggi dopo
La Bussola LA BUSSOLA

Canone (determinazione)

15 Dicembre 2017 | di Ladislao Kowalski

Il canone di locazione rappresenta la redditività dell'investimento immobiliare. Nel nostro ordinamento la sua disciplina subiva, ai tempi del c.d. equo canone (1978/1998), la distinzione tra le locazioni destinate all'abitazione rispetto a quelle destinate agli usi diversi. A seguito della l. n. 431/1998 questa principale distinzione è venuta meno. Anche per l'abitativo, quindi, si è introdotta la libera ed originaria determinazione del canone. Le differenze sono rimaste, fondamentalmente, in tema di durata e di tutela dell'impresa. La quantificazione del canone, al di là della sua originaria determinazione, ha originato problemi rispetto a modifiche nel corso del rapporto.

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

La rinnovazione del contratto di locazione di un immobile locato dalla P.A. a uso non abitativo

15 Dicembre 2017 | di Giorgio Grasselli

Cass. civ.

Rinnovazione tacita del contratto di locazione

Partendo dal presupposto che la P.A. per manifestare validamente la propria volontà contrattuale deve avvalersi di un atto scritto, la sentenza in commento ribadisce il principio per cui ai contratti di locazione ad uso non abitativo, conclusi dalla P.A., come locatrice, si applica integralmente la l. n. 392/1978, e non è quindi ipotizzabile...

Leggi dopo
News News

La validità del verbale assembleare non dipende dalla sottoscrizione del presidente e del segretario

14 Dicembre 2017 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Verbale assembleare

Non è previsto da alcuna norma di legge che il verbale delle delibere dell’assemblea condominiale debba essere sottoscritto dal presidente e dal segretario.

Leggi dopo

Pagine