Bussola

Usufrutto (profili generali)

Sommario

Inquadramento | Conseguenze dell'opponibilità dell'usufrutto al condominio | La convocazione e la presenza alle assemblee condominiali | Il voto alle assemblee condominiali | La ripartizione delle spese per la manutenzione di un bene condominiale gravato da usufrutto | La manutenzione dell'immobile condominiale da parte dell'usufruttuario | La responsabilità dell'usufruttuario per l'ordinaria manutenzione del bene condominiale | Le ulteriori conseguenze della mancata manutenzione per l'usufruttuario | Guida all'approfondimento |

 

Il diritto di usufrutto assume particolare rilevanza nell'ambito della disciplina del condominio, ai fini della partecipazione alle assemblee condominiali e del riparto delle spese fra usufruttuario e nudo proprietario. Preliminarmente si deve evidenziare che l'atto attraverso cui il diritto reale minore è stato costituito, qualora sia stato debitamente trascritto, è opponibile nei riguardi di ogni terzo e, dunque, anche al condominio medesimo e il condominio stesso è tenuto all'addebito delle spese, ripartendole anche in sede di approvazione dei bilanci, fra l'usufruttuario e il nudo proprietario secondo il criterio ex lege (Cass. civ., sez. II, 6 luglio 2011, n. 14883; Trib. Nocera Inferiore, sez. II, 26 gennaio 2011). Si deve, anzi, osservare che, a seguito della riforma dell'istituto del condominio, operata dal legislatore con la l. 11 dicembre 2012, n. 220, all'amministratore condominiale deve essere comunicata la situazione della proprietà e degli altri diritti reali di godimento (quali l'usufrutto) gravanti sull'immobile, affinché possa aggiornare l'anagrafe condominiale. Fra le attribuzioni dell'amministratore, infatti, l'art. 1130, n. 6, c.c. (come sostituito dall'art. 10, l. n. 220 del 2012, in vigore dal 17 giugno 2013, e, poi, modificato dall'art. 1, comma 9, lett....

Leggi dopo