Bussola

Tetto

29 Settembre 2017 |

Sommario

Inquadramento | L'art. 1117 c.c. (l'insieme delle parti comuni) | Il meccanismo di individuazione del «patrimonio» condominiale | L'eventuale condominialità «parziale» | La proprietà esclusiva | Il tetto (o il lastrico solare) comune | Il diritto di sopraelevazione | Guida all'approfondimento |

 

Il tetto in un edificio in condominio assume due aspetti distinti. Da una parte, quello «fisico» secondo il quale si tratta della struttura che funge da copertura al fabbricato; e dall'altra, fa parte dell'insieme di «parti comuni» le quali, a loro volta, contribuiscono a formare il patrimonio del condominio (inteso in senso non propriamente giuridico) sul quale insiste la comproprietà riferibile a tutti i partecipanti. Per quanto riguarda il primo aspetto, la sua funzione di copertura, oltre ad essere necessaria per l'esistenza stessa dell'edificio, costituisce il criterio per individuare l'utilità fornita ai condomini, dalla quale, in ulteriore conseguenza, è possibile individuare, come si vedrà, la relativa titolarità (comune, parziale, esclusiva). Relativamente, invece, alla sua qualità di «parte comune» vanno considerate tutte le implicazioni che derivano dall'applicazione del meccanismo previsto dall'art. 1117 c.c. al fine della conformazione del predetto patrimonio, costituito, appunto, dalle «parti comuni».

Leggi dopo

Le Bussole correlate >