Bussola

Riparazioni alla cosa locata

Sommario

Inquadramento | Equilibrio del sinallagma | Le riparazioni in generale | Le riparazioni di «piccola manutenzione» | Eziologia del guasto ed obbligazione di riparazione | Obbligazione di consegna ed obbligazione di riparazione | Adeguamento a disposizioni di legge o della pubblica amministrazione | Estensione temporale dell'obbligazione di manutenzione | Guida all'approfondimento |

 

Il locatore deve mantenere la cosa locata in stato da servire all'uso convenuto (art. 1575, n. 2, c.c.). La norma trova specificazione in ulteriori disposizioni codicistiche, tra cui, in primo luogo, il successivo art. 1576, comma 1, c.c. secondo cui il locatore deve eseguire, durante la locazione, tutte le riparazioni necessarie, eccettuate quelle di piccola manutenzione che sono a carico del conduttore: piccola manutenzione cui si riferiscono altresì gli artt. 1609, comma 1, e 1610 c.c. L'art. 1577 c.c., inoltre, pone a carico del conduttore l'obbligo di avviso delle riparazioni da effettuare e gli riconosce la facoltà di eseguire direttamente quelle urgenti. Gli artt. 1583 e 1584 c.c. regolano l'esecuzione delle riparazioni urgenti ad opera del locatore e, dall'opposto versante, sanciscono i diritti che, in detto frangente, spettano al conduttore. Accanto alle menzionate norme poste dal codice civile, va considerato il rilevante apporto della legislazione speciale: basti menzionare l'importanza dell'art. 9 della l. n. 392/1978 in tema di riparto degli oneri accessori connessi al rapporto locativo di immobili urbani.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >