Bussola

Provvedimenti d’urgenza in materia condominiale

29 Novembre 2018 |

Sommario

Inquadramento | Presupposti applicativi | Tutela cautelare e giudizio di merito | Tutela d'urgenza e irreparabilità del pregiudizio | Tutela d'urgenza nel condominio | Tutela d'urgenza promossa dal condominio | Consegna della documentazione relativa alla gestione | Necessità di accesso all'altrui proprietà | Tutela d'urgenza azionata dal condomino | Tutela d'urgenza e sospensione dei servizi condominiali | Tutela cautelare e residualità | Casistica | Guida all’approfondimento |

 

Se si considera la sistematica del codice di procedura civile, nell'ambito dei procedimenti cautelari i provvedimenti d'urgenza presentano una propria fisionomia, di struttura e di funzione, che fa loro assumere profili peculiari. In punto di disciplina positiva, a differenza delle altre misure cautelari dette tipiche - perchè oggetto di più dettagliata attenzione legislativa - il codice di rito civile dedica loro una sola norma, l'art. 700 c..p.c., il cui contenuto, tuttavia, non esaurisce presupposti, contenuto e portata per la cui enucleazione è necessario il raffronto e la sinergica integrazione con la richiamata disciplina generale di riferimento. Trattasi di misure qualificate dalla atipicità, da intendere riferita sia alle situazioni in cui sono fruibili -ossia soltanto laddove le altre cautele reali non possano avere rituale ingresso- sia al contenuto -che non è predeterminato ma può adattarsi alle contingenze del momento da soddisfare- che dà chiara evidenza ad una ontologica versatilità. Tale duttilità non può, però, identificarsi in una sorta di illimitata possibilità di impiego, scevra dal rispetto e dalla necessità del preliminare riscontro di precisi presupposti legittimanti.

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento

Focus

Focus

Su Provvedimenti necessari per la cosa comune

Vedi tutti »