Bussola

Oneri accessori al canone

Sommario

Inquadramento | La disciplina speciale degli oneri accessori | I singoli oneri accessori dell'art. 9 della legge sull'equo canone e derogabilità della norma | Estraneità del conduttore ai rapporti tra condomino - locatore e condominio | Sindacabilità della spesa a carico del conduttore | L'obbligazione del conduttore come obbligazione di rimborso delle spese anticipate dal locatore | Richiesta di rimborso, spirare dello spatium solvendi e costituzione in mora del conduttore | La prescrizione degli oneri accessori | Guida all'approfondimento |

 

Quando una unità immobiliare collocata in uno stabile condominiale diviene oggetto di un rapporto di locazione, al conduttore viene trasferito anche il godimento spettante al condomino-locatore sulle cose comuni in proporzione della sua quota. Gli oneri accessori sono quindi costituiti dagli esborsi gravanti sul conduttore correlati alla fruizione di servizi comuni. Il carattere sinallagmatico proprio del contratto di locazione fa sì che gli oneri accessori vadano naturalmente ad integrare il corrispettivo dovuto dal conduttore al locatore - il quale in genere è tenuto ad anticipare la spesa o, comunque ad effettuare il pagamento all'amministratore condominiale - giacché la fruizione dei servizi comuni va a completare il godimento della cosa locata. Il profilo di accessorietà degli oneri viene sottolineata dalla giurisprudenza e viene desunta sia dalla funzione complementare dei servizi cui la spesa per gli oneri accessori si riferisce sia dall'entità della medesima, normalmente di rilievo modesto rispetto al canone. Poiché quindi gli oneri accessori fanno parte integrante del corrispettivo della locazione e sono assimilabili al canone, devono ritenersi assoggettati al medesimo congegno di perpetuatio obligationis introdotto dall'art.1591 c.c. per il conduttore in mora nel ril...

Leggi dopo