Bussola

Locazione dei beni condominiali

08 Ottobre 2018 |

Sommario

Inquadramento | L'uso indiretto del bene comune nella comunione e nel condominio | Presupposti per l'uso indiretto in condominio | Locazione di beni comuni e delibera assembleare | Il contratto di locazione | Locazione e mutamento di destinazione d'uso del bene comune | Soppressione del servizio di portierato e locazione dell'alloggio del portiere | Locazione della facciata e del lastrico solare per insegne pubblicitarie | Locazione del lastrico solare per impianti di telefonia mobile | Guida all’approfondimento |

 

La locazione di un bene condominiale rientra nell'ambito dell'uso indiretto dello stesso. La fattispecie, tuttavia, pur avendo una sua precisa connotazione giuridica, non può essere presa in considerazione senza un richiamo all'art. 1102 c.c. (disposizione concernente l'istituto della comunione ma applicabile al condominio in virtù del disposto dell'art. 1139 c.c.), che consente a ciascun condomino di servirsi del bene comune ad una duplice condizione: che non sia alterata la destinazione dello stesso e non sia impedito agli altri condomini di farne parimenti uso secondo il proprio diritto. Per destinazione si intende quella che risulta dal titolo o dall'uso costante della cosa. Quanto, invece, alla nozione di pari uso è oramai pacifico che il concetto di parità non deve essere interpretato nel senso di uso identico o contemporaneo, poiché l'identità nel tempo e nello spazio potrebbe determinare un ingiustificato divieto per ogni condomino di fare un uso particolare o un uso a proprio esclusivo vantaggio. In questo quadro si inserisce l'uso indiretto del bene comune, al quale si ricorre allorché sia impossibile e irragionevole il ricorso all'uso diretto del suddetto bene da parte di tutti i condomini, in proporzione alla loro quota, promiscuamente, oppure con turni temporali o...

Leggi dopo