Bussola

Innovazioni gravose o voluttuarie

21 Settembre 2017 |

Sommario

Inquadramento | La perimetrazione della fattispecie | La disciplina codicistica | La proprietà dell'innovazione | La gestione dell'innovazione | Casistica | Guida all’approfondimento |

 

All'interno della categoria delle innovazioni, della quale conservano tutti i caratteristici connotati, sono comprese le innovazioni gravose o voluttuarie disciplinate dall'art. 1121 c.c. La norma testualmente stabilisce che: «1. Qualora l'innovazione importi una spesa molto gravosa o abbia carattere voluttuario rispetto alle particolari condizioni e all'importanza dell'edificio, e consista in opere, impianti o manufatti suscettibili di utilizzazione separata, i condomini che non intendono trarne vantaggio sono esonerati da qualsiasi contributo nella spesa.  2. Se l'utilizzazione separata non è possibile, l'innovazione non è consentita, salvo che la maggioranza dei condomini che l'ha deliberata o accettata intenda sopportarne integralmente la spesa». Appare immediatamente evidente come tale tipo di innovazioni sia sottoposto ad una disciplina del tutto particolare che coinvolge sia il funzionamento dell'assemblea condominiale sia un peculiare assetto dei diritti esclusivi dei singoli condomini. A tale proposito, e prima di affrontare le caratteristiche della relativa disciplina, appare opportuno definire le due diverse fattispecie di innovazioni:          a) per innovazione gravosa, si intende quell' «opera nuova» la quale comporti, per la sua realizzazione, una spesa gravosa,...

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento

Le Bussole correlate >