Bussola

Fumi e odori

Sommario

Inquadramento | I fumi pericolosi | Gli odori spiacevoli | La detenzione di animali domestici | I risvolti penali | Casistica | Guida all’approfondimento |

 

La norma da cui occorre prendere le mosse è l'art. 844 c.c., che recita: «1. Il proprietario di un fondo non può impedire le immissioni di fumo o di calore, le esalazioni, i rumori, gli scuotimenti e simili propagazioni derivanti dal fondo del vicino, se non superano la normale tollerabilità, avuto anche riguardo alla condizione dei luoghi. 2. Nell'applicare questa norma l'autorità giudiziaria deve contemperare le esigenze della produzione con le ragioni della proprietà. Può tener conto della priorità di un determinato uso». Nella Relazione al codice civile, sul punto, si legge (n. 412): «il principio di socialità, da cui l'istituto della proprietà è pervaso, torna a riflettersi sulla disciplina delle immissioni … per l'art. 844 c.c. il proprietario del fondo deve sopportare le immissioni di fumo e di calore, le esalazioni, i rumori, gli scuotimenti, e simili propagazioni derivanti dal fondo del vicino che non superino la normale tollerabilità, avuto anche riguardo alle condizioni dei luoghi … il duplice criterio del grado di intensità delle immissioni e del carattere particolare della zona è coordinato a quello delle esigenze della produzione con le ragioni della proprietà … un ulteriore criterio è indicato al giudice per agevolare la risoluzione dei conflitti nei rapporti di...

Leggi dopo