Bussola

Dipendenti da proprietari di fabbricato

Sommario

Inquadramento | La legislazione di settore e la contrattazione collettiva | La classificazione dei lavoratori | La natura autonoma o subordinata del rapporto | La rilevanza dei fatti concludenti | Casistica | Guida all’approfondimento |

 

Il portierato costituisce un servizio molto composito, che necessita della presenza costante del portiere nel condominio, al fine di poter svolgere quella molteplicità di attività lavorative, tra le quali si segnalano: la vigilanza e la custodia dell'edificio, la pulizia delle parti comuni, lo smistamento della posta, oltre tutta una serie di compiti accessori, che costituiscono quei servizi che garantiscono allo stabile condominiale la sicurezza e la vivibilità; e proprio al fine di assicurare la presenza del medesimo portiere nell'edificio, in molti regolamenti di condominio, si prevede la destinazione ad alloggio di alcuni locali di proprietà comune. Al contempo, il connotato lato sensu pubblicistico delle mansioni del portiere ha visto sempre di più l'interessamento da parte del legislatore nazionale; tali attività hanno trovato, altresì, un'articolata regolamentazione, per quanto riguarda segnatamente la disciplina generale del relativo rapporto - di regola, di natura subordinata, seppur contraddistinto da profili peculiari - nei contratti collettivi nazionali di lavoro: sul punto, si registrano soprattutto il C.C.N.L. sottoscritto da Confedilizia, da un lato, e da Cisal/Terziario, dall'altro, avente validità fino al 31 dicembre 2010 e successivamente rinnovato il 12 nove...

Leggi dopo