Bussola

Costituzione del condominio

09 Novembre 2017 |

Sommario

Inquadramento | Il fenomeno della nascita del condominio | I requisiti: la costruzione dell'edificio | I requisiti: la pluralità di partecipanti | Conseguenze operative | Guida all’approfondimento |

 

Al fine di considerare il fenomeno della «costituzione» del condominio, è necessario svolgere alcune considerazioni sulla relativa fattispecie colta nel suo momento iniziale di venuta ad esistenza per il mondo del diritto. Si tratta di un «momento storico» che assume una particolare importanza, e ciò sostanzialmente per due ordini di motivi:       a) innanzitutto, l'ordinamento considera detto momento, e ne prevede i requisiti, in maniera differente da quella che è la realtà oggettiva delle cose. In altri termini, una cosa è l'esistenza dell'edificio dal punto di vista fattuale e concreto, un'altra è la nascita del condominio per la legge. Si vedrà, infatti, che è ben possibile che l'edificio esista di fatto, senza configurare, però, un condominio;       b) da tale «momento» si applicano tutte le regole previste dalla legge per la fattispecie (soprattutto, gli artt. dal n. 1117 al n. 1139 del codice civile, e le norme per l'attuazione ad essi collegate), con conseguente attualità e vigenza dei diritti e degli obblighi previsti da tali prescrizioni. Per di più, il fenomeno è del tutto automatico e, perché si verifichi, non è prevista alcuna attività e/o accertamento da parte dei soggetti interessati o, tanto meno, ad opera di organi della p.a. Come può ben immaginarsi, ne deriv...

Leggi dopo

Le Bussole correlate >