Bussola

Amministratore (anticipazioni)

Sommario

Inquadramento | Natura delle anticipazioni | Legittimazione passiva e prescrizione | Presupposti concreti per il riconoscimento giudiziale delle anticipazioni | Il compenso | Conseguenze sulla gestione complessiva dell'amministratore | Guida all’approfondimento |

 

Il proliferare delle azioni promosse dagli amministratori di condominio nei confronti dei condòmini, e dirette al recupero di quanto anticipato nel corso dell'attività, trova diverse cause, e tutte riconducibili, in definitiva, alla diminuita capacità economica dei proprietari di immobili; dal punto di vista economico-sociale, pertanto, il ricorso al “dover anticipare” può ritenersi, negli ultimi, anni, incrementato, principalmente, a cagione delle seguenti circostanze:       1) contrazione dell'entità dei compensi: l'aumento della concorrenza tra professionisti rende necessario acquisire un maggior numero di stabili, ma l'incremento del numero rende impossibile una gestione improntata all'effettiva diligenza; quanto sopra comporta che, qualora manchino i fondi, invece che convocare apposite assemblee, alcuni amministratori  tendano ad anticipare con denaro proprio o, peggio, distratto da altre gestioni;       2) diffusione della morosità nel condominio; la morosità, nel condominio, fino ad una decina di anni fa rappresentava un fenomeno sporadico ed eccezionale, risolvibile con il rimedio dell'ingiunzione; oggi è diventato un fatto normale e, in certe zone, rappresenta un ostacolo considerevole alla gestione del condominio; capita che l'amministratore, rimanendo senza fondi p...

Leggi dopo