News

Sismabonus, le Entrate pubblicano una Guida

L’Agenzia ha pubblicato sul proprio sito istituzionale la Guida alle detrazioni per gli interventi antisismici (“sisma bonus”). Il vademecum contiene le varie informazioni relative al bonus: chi può beneficiarne, quali sono i vantaggi fiscali e come accedere alle agevolazioni.

Come noto, l’agevolazione in questione, introdotta dal d.l. n. 63/2013, consiste in una detrazione d’imposta del 50% per le spese sostenute dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2021, calcolata su un importo complessivo pari a 96mila euro per unità immobiliare e per ciascun anno, da ripartire in cinque quote annuali di pari importo, nell’anno in cui sono state sostenute le spese e in quelli successivi. La misura della detrazione sale al 70% (75% per gli edifici condominiali) se dalla realizzazione degli interventi deriva una riduzione del rischio sismico che determina il passaggio a una classe di rischio inferiore. Aumenta all’80% (85% per gli edifici condominiali) se ai lavori consegue il passaggio a due classi di rischio inferiori.

Con il recente d.l. n. 50/2017 è stata poi introdotta altresì una nuova detrazione per l’acquisto di case antisismiche nei Comuni che si trovano in zone classificate a “rischio sismico 1”. Se gli interventi per la riduzione del rischio sismico che danno diritto alle detrazioni del 70 o dell’80% sono effettuati nei Comuni che si trovano in zone classificate a “rischio sismico 1”, mediante demolizione e ricostruzione di interi edifici, chi acquista l’immobile nell’edificio ricostruito può beneficiare di una detrazione pari al 75% del prezzo di acquisto della singola unità immobiliare, se dagli interventi deriva il passaggio a una classe di rischio inferiore, o all’85% del prezzo della singola unità immobiliare, se gli interventi comportano il passaggio a due classi di rischio inferiore. Anche tale ultimo bonus è illustrato nella nuova Guida delle Entrate.

 

Fonte: fiscopiù

Leggi dopo