Giurisprudenza commentata

Se opera la presunzione di comunione, il condominio è dispensato dalla probatio diabolica

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni | Guida all'approfondimento |

 

Analizzando una fattispecie peculiare, il Supremo Collegio ha avuto modo di chiarire che, quando un condomino pretenda l'appartenenza esclusiva di uno dei beni indicati nell'art. 1117 c.c., è onere dello stesso condomino, onde vincere detta presunzione, dare la prova della sua asserita proprietà esclusiva, senza che, a tal fine, sia rilevante il proprio titolo di acquisto, o quello del relativo proprio dante causa, ove non si tratti - come nel caso concreto analizzato nella sentenza in commento - dell'atto costitutivo del condominio, ma di alienazione compiuta dall'iniziale unico proprietario che non si era riservato l'esclusiva titolarità dell'area.

Leggi dopo